Elia Elettrodomestici Castelvetrano
Tutti gli articoli della sezione: Mafia
0commenti14 Feb 2014

Felice Errante eletto Presidente del Consorzio
Trapanese per la Legalità e lo Sviluppo

Il Sindaco della città di Castelvetrano Selinunte, Avv. Felice Errante, è stato eletto all’unanimità quale nuovo Presidente del Consorzio Trapanese per la Legalità e lo Sviluppo, nel corso dell’assemblea dei sindaci tenutasi questa mattina.

La scelta si è resa necessaria a causa della decadenza dal ruolo dall’ex sindaco di Calatafimi-Segesta, Nicolò Ferrara, dovuta alle recenti vicende che lo hanno visto protagonista

0commenti6 Feb 2014fonte. marsala.tp24.it

Ciro Caravà assolto per non aver commesso il fatto

Il Tribunale di Marsala ha assolto Ciro Caravà dall’accusa di associazione mafiosa, per non aver commesso il fatto. E ne ha disposto la scarcerazione immediata. Il pubblico ministero aveva chiesto la condanna dell’ex sindaco di Campobello di Mazara, a diciotto anni di carcere. Nel processo erano imputati anche l’anziano boss Leonardo Bonafede, già condannato in passato per associazione mafiosa, per […]

0commenti5 Feb 2014di Rino Giacalone (ilfattoquotidiano.it)

Arrestato sindaco “antimafia” di Calatafimi: intascò mazzetta

Da sindaco di Calatafimi-Segesta, Nicolò Ferrara, 57 anni, al suo secondo mandato, non si è mai sottratto a sostenere iniziative contro la mafia.

Una mazzetta da 3 mila euro intascata per favorire un imprenditore nell’acquisto di automezzi comunali messi all’asta che lui stesso, davanti ai pm Trinchillo e Belvisi , qualche settimana fa ha ammesso di avere ricevuto. E’ “servita per far beneficenza”, aveva detto. Poi ha cambiato versione..

0commenti1 Feb 2014fonte. ANSA

Prefetto Caruso: “Non è normale che tre quarti dei patrimoni confiscati siano nelle mani di pochi”

Il viceministro dell’Interno Filippo Bubbico ha convocato il direttore dell’Agenzia nazionale per i beni confiscati alle mafie, prefetto Giuseppe Caruso, in seguito ad un articolo pubblicato ieri sull’edizione di Palermo di Repubblica..

“Non è normale – spiegava Caruso – che i tre quarti dei patrimoni confiscati alla criminalità organizzata siano nelle mani di poche persone che li gestiscono spesso con discutibile efficienza e senza rispettare le disposizioni di legge”.

0commenti26 Gen 2014di Filippo Siragusa

Gli studenti di Castelvetrano ricordano Attilio Manca
Ingroia: “Sono molto vicino ai lavoratori 6 GDO”

Si ferma l’aria per alcuni istanti, al Liceo Classico di Castelvetrano quando inizia il video che racconta la triste vicenda di Attilio Manca giovane medico urologo scomparso nel 2004 in circostanze misteriose e tutte da decifrare.

Per gli inquirenti si tratterebbe di suicidio. Per i familiari sarebbe vittima di mafia.

0commenti21 Gen 2014di Francesca Capizzi

Salta gemellaggio studenti. Fiordaliso: “Castelvetrano fa paura”

Prestigioso liceo del nord Italia, rinuncia ad un gemellaggio con il Liceo “Pantaleo” di Castelvetrano.

Il dirigente scolastico, Francesco Fiordaliso, indignato, risponde, “Ancora una volta, pregiudizi infondati hanno la meglio. Castelvetrano evidentemente fa paura..

0commenti17 Gen 2014fonte. Adnkronos

Cattura Messina Denaro priorità anche per i Servizi Segreti

La cattura della primula rossa di Cosa Nostra, Matteo Messina Denaro, è una “priorità” anche per i nostri Servizi Segreti.

Un arresto che certo ha un valore anche simbolico, ma la lotta alla mafia si conduce ogni giorno, facendo sistema con tutte le forze di polizia e di sicurezza nell’unico obiettivo di colpire la mafia e i suoi patrimoni illeciti.

0commenti15 Gen 2014di Filippo Siragusa

Intimidazione Lombardo. Ecco come sono andati i fatti
le prime dichiarazioni: “Mai ricevuto minacce”

Nella stanza da letto, c’erano disseminati vari indumenti di colore viola, prelevati dagli armadi e sparsi intorno al talamo. Sempre sul letto, venivano ritrovate dei pezzi di carne surgelata, a quanto pare presi dal frigorifero di casa, e posti sotto le coperte.

Forse volevano lasciare qualche messaggio, ma il pc era scarico e lo hanno gettato sul tavolo.

0commenti15 Gen 2014di Francesca Capizzi

Quell’assurdo gruppo Facebook: “Io voto Matteo Messina Denaro”

Qualcuno ha pensato di creare questo gruppo, sul noto social network, facebook, con oltre settanta iscritti, pronti ad osannare pubblicamente il super boss latitante di Castelvetrano.

ERRANTE: “Mi stupisce apprendere che nella mia cittào nel circondario ci possano essere persone, anche poche, che aderiscano a tale gruppo, che inneggia ad un criminale”

0commenti12 Gen 2014Giuseppe Pipitone (ilfattoquotidiano.it)

“Messina Denaro cercherebbe tritolo per colpire i PM”
– Messineo: “Non trascuriamo nulla e l’allerta resta alta”

Matteo Messina Denaro sarebbe alla ricerca di tritolo per un attentato eclatante. È la segnalazione arrivata nei giorni scorsi ad alcuni investigatori, da una fonte riservata e ritenuta molto attendibile.

Nel mirino del boss di Castelvetrano, rivela La Repubblica, ci sarebbe il procuratore aggiunto Teresa Principato..

0commenti7 Gen 2014di Laura Spanò per Repubblica.it

Una incontro per solidarietà ai giudici sotto intimidazione

Una “Agorà” di solidarietà ai magistrati e ai giudici del tribunale e della procura di Trapani oggetto nell’ultimo periodo di una serie di intimidazioni.

Ma anche un momento in cui con le testimonianze da parte di associazioni e soggetti della società civile si vuole chiedere alla commissione nazionale antimafia di accendere un riflettore sul territorio trapanese..

0commenti2 Gen 2014

“La cattura di Matteo Messina Denaro resta tra le priorità”
le parole di Maiorino, primo questore donna di Palermo

Fare il questore a Palermo è senz’altro una bella sfida. Ma la mia sfida è iniziata quando sono entrata in polizia nel 1977. In questi anni non sono stata abituata a perdere. La cattura di Matteo Messina Denaro resta tra le priorità“.

Lo ha detto il questore di Palermo Maria Rosaria Maiorino nel giorno del suo insediamento.

0commenti30 Dic 2013di Lorenzo Del Zoppo

La Carovana Antimafia della Provincia di Pisa
a Castelvetrano per la Cooperativa “Rita Atria”

La Carovana Antimafia della Provincia di Pisa è giunta a Castelvetrano per consegnare il ricavato delle numerose iniziative alla Cooperativa “Rita Atria” impegnata nella coltivazione di terreni confiscati alla mafia.

Questa è la decima cooperativa sostenuta dal Coordinamento Legalità della Provincia di Pisa e questo anno la somma raccolta servirà per far nascere la cooperativa ed avviare la coltivazione.