Alberghiero Castelvetrano
Articoli della sezione: Storia
0commenti25 Ago 2014

L’EFEBO di Selinunte cambia nome, sarà Dioniso Íakchos
– Giuseppe Camporeale scopre la reale identità

Dopo 133 anni, l’Efebo, la statuetta in bronzo alta 85 centimetri, l’anno prossimo, nell’ambito delle iniziative inserite nell’Expo’ 2015, non soltanto tornerà nella borgata marinara, ma cambierà anche nome. Sarà Dioniso Íakchos.

A scoprire la reale identità de «lu pupu», come viene comunemente appellato l’Efebo, è stato l’iconologo e storico dell’arte Giuseppe Camporeale

0commenti4 Ago 2014

Selinunte, la Sicilia vince il Festival del Cinema Archeologico
i particolari di TUSA sul Rostro esposto al CAM di Triscina

Lorenzo Daniele di Augusta ha vinto la quarta edizione del Festival internazionale del cinema archeologico, promosso in collaborazione con la Fondazione Museo civico di Rovereto e la rivista specialistica “Archeologia Viva”, con il patrocinio del Comune di Castelvetrano.

GUARDA IL VIDEO

0commenti23 Feb 2014

La fame di ieri e di oggi a Castelvetrano

“Mangiare per vivere e non vivere per mangiare”, questo proverbio non siciliano poco si confà con la civiltà del benessere e del consumismo, oggi in fase di declino, invece si adattava bene durante la scomparsa civiltà contadina.

Dai miei lontani ricordi di ragazzo, gli anni ’45 – 50, con gli echi della II guerra mondiale ancora alle orecchie, non sono stati certamente felici per chi non riusciva nemmeno a mangiare per vivere

0commenti13 Gen 2014

Anniversario del terremoto della Valle del Belìce

Il prossimo 15 gennaio, ricorre il XLVI anniversario del terremoto nella Valle del Belìce. L’amministrazione comunale di Gibellina, in collaborazione con la Fondazione Orestiadi, intende commemorare il triste evento con una cerimonia, che si svolgerà negli spazi del Museo Civico Ludovico Corrao.

Il programma prevede alle ore 10:00 la proiezione del documentario animato “L’uomo che piantava gli alberi”..

0commenti16 Nov 2013

Passa da Castelvetrano l’itinerario “Sulle orme di Federico”

Nella sua breve permanenza nella nostra Isola, Federico II si è particolarmente distinto per le sue campagne militari, per la definitiva conquista della Sicilia e la cacciata o la deportazione degli ultimi Musulmani.

Un itinerario di 7 siti (Palermo, Castelvetrano, Enna, Messina, Siracusa, Augusta, Catania), alla ricerca delle tracce storico-artistiche che ci ha lasciato Federico II di Svevia.

0commenti2 Ott 2013 di Vito Marino

Selinunte: visita alla necropoli di Timpone Nero

Nel territorio di Castelvetrano nella località Triscina, in contrada Manicalunga-Timpone Nero, esiste una necropoli selinuntina, già nota nel 1800. Abbandonata a se stessa, grazie all’intervento dell’allora Soprintendente ai Beni Culturali, Vincenzo Tusa, solo nel 1963 la necropoli viene riscoperta.

Malgrado ciò rimane in balia ai tombaroli, che, dagli anni ’50 agli anni ’80..

0commenti1 Ott 2013

Le Metope di Selinunte tra i “tesori speciali” della Sicilia

L’Assessorato regionale dei beni culturali e dell’identità siciliana ha stilato un elenco di beni ritenuti di particolare pregio e che devono essere tutelate in modo speciale. Tra questi anche le Metope di Selinunte.

Nel decreto firmato dall’Assessore Mariarita Sgarlata, si legge che: “E’ vietata l’uscita dal territorio della Regione dei beni che costituiscono il fondo principale di una determinata ed organica sezione di un museo…”

0commenti20 Set 2013 di Filippo Siragusa

SELINUNTE. Una fornace “praefurnia” nell’area industriale
“Dagli scavi viene fuori uno spaccato di vita quotidiana”

Scoperta nel parco archeologico di Selinunte, nell’area industriale rinvenuta anni fa, una fornace a due bocche del tipo “praefurnia” unica nel suo genere e, secondo gli scienziati mai ritrovate dello stesso tipo, in prossimità di città greche.

fornace selinunte

0commenti17 Set 2013

La stampa nazionale sulle lettere di Garibaldi a frà Pantaleo

Il Sindaco della città di Castelvetrano, Avv. Felice Errante, rende noto che nell’edizione odierna delle 19.30 del Telegiornale Regionale di Rai Tre, andrà in onda un ampio servizio sul ritrovamento delle
lettere autografe di Giuseppe Garibaldi indirizzate al castelvetranese Fra’ Giovanni Pantaleo, patriota e cappellano dei Mille.

Già ieri le redazioni delle più importanti agenzie di stampa nazionali come Ansa, Adn-Kronos ed Agi, dei quotidiani come Corriere della Sera, Repubblica, il Tempo, la Gazzetta del Sud e la Gazzetta del Mezzogiorno, e di molti portali d’informazione regionali e nazionali si sono messi in contatto con l’Amministrazione per acquisire maggiori informazioni sul contenuto delle missive, riportando poi la notizia.

0commenti16 Set 2013

Importante scoperta presso l’archivio storico di Castelvetrano

Il Sindaco desidera comunicare il suo compiacimento per il ritrovamento, ad opera del Dr. Vincenzo Maria Corseri, consulente per le attività culturali della Civica Amministrazione , di tre lettere autografe di Giuseppe Garibaldi indirizzate al castelvetranese Fra’ Giovanni Pantaleo, patriota e cappellano dei Mille.

lettere garibaldi castelvetrano 2

0commenti13 Set 2013 di Vito Marino

Sicilia, la nostra terra. Il Siciliano, la nostra lingua

La Sicilia, la terra dove siamo nati e dove sono ancorate le nostre radici, è una terra meravigliosa perché ricca di cultura, di bellezze naturalistiche, paesaggistiche ed artistiche, spesso sconosciute da noi stessi siciliani.. Musei e parchi archeologici sono visitati più che altro dagli stranieri.

Un lavoro di recupero della memoria storica potrà servire a tutti, per sentire il fascino profondo, autentico che viene da lontano

0commenti8 Ago 2013

Castelvetrano ricorda la Giornata del Sacrificio del lavoro italiano nel mondo

giornata del sacrificio del lavoroIl Sindaco della città di Castelvetrano, Avvocato Felice Errante, invita la cittadinanza a ricordare ed onorare la “Giornata nazionale del sacrificio del lavoro italiano nel mondo”, istituita nel 2001 dalla presidenza del Consiglio a ricordo della tragedia di Marcinelle, una delle più dolorose pagine della storia dell’emigrazione e del lavoro del nostro paese. L’8 agosto del 1956 nella miniera di […]