Elia Elettrodomestici Castelvetrano
Articoli pubblicati da Rino Giacalone
0commenti11 Apr 2010

Il mistero del furgone bianco a Castelvetrano

È un giallo la storia dell’avvistamento di un furgone bianco fermo, qualche giorno fa, in una traversa del centro storico di Castelvetrano, dietro il quale vi era scritto. “Cu voli mali a mattè avi la morte d’arrè”, che tradotto manda un messaggio lugubre: «Chi vuole male a Matteo – chiaro il riferimento al latitante Matteo Messina Denaro – ha la […]

0commenti2 Apr 2010

Pizzolungo 25 anni dopo, cercando giustizia e riscatto sociale

Quanti ricordano quel botto? Pochi rispetto ai tanti che dovrebbero farlo. Pizzolungo, 2 aprile 1985. Una strage forse mai adeguatamente ricordata, per essere discussa, per diventare oggetto di analisi come spesso accade per tante altre cose. Sono trascorsi 25 anni e il sacrificio di Barbara Rizzo e dei suoi due gemellini, Salvatore e Giuseppe Asta di sei anni, si dibatte […]

0commenti16 Mar 2010

A Castelvetrano nel 1950 la prima trattativa tra Stato e Mafia

Tra storia e leggenda dei patti tra Stato e mafia, è qui in questo luogo che se ne consumò certamente uno, il primo del dopoguerra. Il bandito di Montelepre Salvatore Giuliano è in questo cortile che venne trovato morto, ucciso, raccontarono ai cronisti dell’epoca, al termine di un conflitto a fuoco con i carabinieri. Sparatoria inesistente. Giornalisti e fotografi videro […]

0commenti12 Feb 2010

Rifiuti tossici: due navi affondate vicino Trapani ed il patto mafioso

C’è una voce che gira e vuole restare «anonima» al porto di Trapani, «anonima» perchè riferisce di vicende non tanto scomode quanto «radioattive». Questa voce racconta di una nave che vent’anni addietro arrivò qui a Trapani a caricare marmo, ma partì con la stiva in parte vuota, o almeno così pareva fosse. Circostanza strana perchè caricare una stiva di una […]

0commenti3 Nov 2009

Operazione Dioscuri: 10 arresti ad Alcamo

Ottantacinque anni uno, settantaquattro anni l’altro. Tutti e due hanno passato buona parte delle loro vite in galera, uomini d’onore di Alcamo che con la mafia hanno deciso di stare ancora oggi nonostante l’età avanzata. Stanotte la Polizia, Squadra Mobile di Trapani e Commissariato di Alcamo li ha arrestati assieme ad altre otto persone, tra cui due donne. Operazione “Dioscuri” […]

0commenti24 Giu 2009

Intimidazioni al Capo della Mobile: “Più Capaci meno Linares”

Parole evidentissime, in colore rosso: Capaci, una croce un segno meno e Linares, non c’è dubbio, leggendola di seguito, che si tratti di una intimidazione, violenta quanto stupida, con destinatario il capo della squadra Mobile, il vice questore Giuseppe Linares. Minaccioso il riferimento a Capaci, luogo simbolo della strage di Capaci, mentre dietro il nome Linares ci sono tutti i […]

0commenti18 Giu 2009

La pista dell’Efebo di Selinunte per arrivare a Matteo Messina Denaro

Matteo Messina Denaro viene ricercato dai «cacciatori» delle forze dell’ordine seguendo tracce particolari, quelle lasciate dalle sue «passioni», che non solo quelle per le imprese, gli appalti, o anche le donne, i belli orologi e le auto di lusso, ma sono anche quelle per l’arte e l’archeologia. Si racconta che preziosi reperti archeologici portati via da quel sito dal «patriarca» […]

0commenti4 Giu 2009

Cemento depotenziato, sigilli al commissariato di Castelvetrano

Non è vero che la mafia esiste perché c’è l’antimafia, la realtà è tutt’altra, c’è una mafia che si è infiltrata tanto nel tessuto economico e imprenditoriale da potere quasi ostentarsi, ritenersi non imputabile, diventare essa stessa testimone della lotta a Cosa Nostra. Per fortuna che ci sono gli investigatori ed ancora si possono fare le intercettazioni, sennò davvero tutto […]

0commenti26 Apr 2009

Ennesimo murales per Messina Denaro, il boss-viveur

Le recenti indagini ci dicono che il «pensiero» mafioso di Messina Denaro è lo stesso di quello che anni addietro confidava ad una delle sue donne. A Sonia scriveva: «Devo andare via, non posso spiegarti le ragioni della mia scelta. In questo momento le cose depongono contro di me, sto combattendo per una causa che non può essere capita. Ma […]

0commenti31 Mar 2009

Impastato e Rostagno, a proposito di giornalisti abusivi

Si scrive Peppino Impastato ma si legge Mauro Rostagno. Ma la cosa funziona anche al contrario. Peppino, ucciso a Cinisi 31 anni addietro, 9 maggio 1978, Mauro ammazzato a Lenzi (Valderice) dieci anni dopo, il 26 settembre del 1988, ventuno anni addietro. Peppino quella sua ultima sera di vita venne seguito da un’auto con sopra i suoi assassini quando era […]

0commenti22 Dic 2008

La strage di Pizzolungo, ventitré anni dopo

«Pizzolungo fa parte della strategia mafiosa e terroristica condotta da Cosa Nostra e dall’ala cosiddetta corleonese di Totò Riina». Ma non solo. Lo scenario ricostruito dalla sentenze di condanna, per i mandanti, Totò Riina, Vincenzo Virga, e i loro «gregari» Balduccio Di Maggio, Nino Madonia, è quello che vede coinvolti gli uomini della mafia, come il castellammarese Gino Calabrò, condannato […]

0commenti27 Nov 2008

L’architetto Pasquale Calamia non deve restare solo

La “zona grigia” della mafia trapanese trova un nuovo ostacolo alla sua sopravvivenza. Gli è stato posto contro dall’ordine degli architetti della provincia di Trapani. Un professionista iscritto all’ordine che viene indagato anche a piede libero per i reati di associazione mafiosa, concorso esterno o per qualsiasi reato cui però la magistratura contesta l’aggravante del favoreggiamento alla mafia, ha l’obbligo […]