Essepiauto

aurora castelvetrano

Si è diffusa in questi giorni la notizia che il nuovo Arciprete, Don Leo Di Simone, volesse, in qualche modo interrompere la tradizionale Aurora di Pasqua, una delle più antiche manifestazioni di Castelvetrano.

La notizia è subito smentita, in quanto lo stesso parroco, durante una riunione con la confraternita di “Maria SS del pianto e sette dolori” avrebbe espresso l’opinione di non condividere la processione della Madonna che si svolge, esclusivamente a Castelvetrano, il sabato prima della domenica delle palme.

Ulteriori informazioni si sapranno dopo il consiglio pastorale previsto a Castelvetrano subito dopo l’Epifania.

Chi è il nuovo Arciprete di Castelvetrano?

don leo di simoneDon Leo Di Simone è nato a Castelvetrano ed è Presbitero della Diocesi di Mazara del Vallo.
Si è laureato in Filosofia presso l’Università degli studi di Palermo, con una tesi in estetica musicale Nietzsche contra Wagner.

Ha compiuto gli studi teologici presso la Pontificia Università Gregoriana in Roma conseguendo il Baccalaureato in Teologia; ha poi conseguito il Dottorato presso il Pontificio Ateneo S. Anselmo, in Roma, sostenendo una tesi di antropologia liturgica. Come studente extraordinario ha seguito i corsi di Canto gregoriano presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra in Roma.
E’ stato alunno del Pontificio Seminario Lombardo dei SS. Ambrogio e Carlo in Roma.

E’ docente stabile dell’Istituto di Scienze Religiose di Mazara del Vallo e insegna: Liturgia, Metodologia Teologica, Sociologia della Religione e Arte Cristiana.
Ha insegnato a più riprese, come docente invitato, presso la Facoltà Teologica di Palermo, tenendo corsi di Antropologia Culturale , Arte Cristiana, Introduzione alla Liturgia.

Presso la stessa Università ha partecipato, in questi ultimi anni, insieme ad altri docenti, all’elaborazione di un programma multimediale per la formazione a distanza, con un modulo che tratta i “Fondamenti antropologici dell’arte cristiana europea”.
Ha insegnato Liturgia fondamentale presso l’Istituto Teologico di Scutari in Albania.

Dalla sua attività di docente e saggista è scaturita, negli ultimi anni, una serie di contributi sulla riforma liturgica, nell’ottica della relazione tra liturgia e scienze umane; altri suoi saggi si prefiggono di mettere in luce la peculiarità dell’estetica cristiana ed il rapporto fede e cultura.

La tradizionale Aurora di Castelvetrano