Essepiauto

canile castelvetrano

Il Vice-Sindaco della città di Castelvetrano, Avv. Marco Campagna, su delega del Sindaco, Avv. Felice Errante, ha lanciato un progetto con la collaborazione del corpo di Polizia Municipale.

Si tratterà di un vero e proprio giro di vite per i proprietari dei cani che non rispettano le norme, e che non hanno provveduto ad effettuare la microchippatura, così come previsto dalla legge. Una pattuglia di agenti di Polizia Municipale, infatti, munita di un apposito lettore elettronico effettuerà dei controlli a tappeto nei confronti dei proprietari dei cani, per verificare se i proprietari hanno provveduto alla loro registrazione.

Questo è solo il primo atto di una serie di provvedimenti che adotteremo nei prossimi mesi, a cominciare da una campagna di sterilizzazione su larga scala che avvieremo nei prossimi mesi- afferma Campagna- invitiamo quindi i proprietari dei cani che ancora non avessero adempiuto agli obblighi di legge, di provvedere alla microchippatura dei loro animali, per evitare di incorrere in pesanti sanzioni.

Saranno previste, altresì, pesanti sanzioni per i proprietari di animali che consentono a quest’ultimi di sporcare le strade e le piazze. Una vera e propria tolleranza zero per i proprietari di cani e gatti, o altri animali domestici, che consentiranno ai loro animali disturbare i vicini o di sporcare i luoghi pubblici.


L’ordinanza è scaturita dalle numerose lamentele che arrivavano da parte di cittadini stanchi di trovare per le vie, per i marciapiedi, per le piazze o nei giardini pubblici, le deiezioni dei cani, con le prevedibili conseguenze igienico-sanitarie ed i cittadini inoltre hanno manifestato molta preoccupazione anche per gli aspetti legati alla sicurezza, visto che quasi nessuno dei proprietari osservano le corrette conduzioni che prevedono l’utilizzo delle museruole.

Visti gli articoli del regolamento di polizia municipale e viste le vigenti norme il Sindaco ha ordinato le seguenti norme: I proprietari o detentori dovranno vigilare affinché gli animali non arrechino danni o disturbi al vicinato, dovrà essere garantita una condizione di vivibilità per i luoghi dove vivono gli animali, e dovranno esser posti in condizioni tali da non incutere timore o spavento ai passanti, sarà proibito l’accesso dei cani, anche se condotti al guinzaglio e muniti di museruola, nei settori destinati ai giochi per bambini, è obbligatorio l’utilizzo di guinzaglio e museruola nel centro cittadino, negli spazi pubblici e nei giardini. Inoltre, salvo quanto disposto dall’art. 727 del Codice Penale, è vietato aizzare i cani tra loro o con altri animali, è altresì vietato spaventarli, batterli o inseguirli sia sul suolo pubblico che in luogo in vista del pubblico. Le violazioni comporteranno sanzioni da 50 euro fino a 300 euro.

L’ordinanza prevede che coloro che conducono i cani al passeggio nelle pubbliche vie debbano essere muniti di appositi dispositivi per la rimozione delle deiezioni, ed è obbligatorio rimuovere le predette deiezioni, in caso di violazione sanzioni da 25 euro fino a 300 euro.