enrico-rizziE’ stata trasmessa lo scorso 27 febbraio, la formale “Richiesta sospensione della Fiera del Bestiame di Partanna per gravissime irregolarità” e porta la firma di Enrico Rizzi.

Il Coordinatore Nazionale del Partito Animalista Europeo, dopo aver elencato una lunghissima serie di irregolarità, non solo sull’assenza di adeguati controlli sul benessere e sulla prevenzione dei maltrattamenti agli animali ma anche relativamente al rispetto dei più elementari principi e norme di sicurezza alimentare ed igienico-sanitari, ha chiesto al Sig. Prefetto di Trapani, al Ministero della Salute ed all’Assessorato della Salute della Regione Sicilia, di attivarsi con urgenza con i provvedimenti ritenuti più idonei, anche di natura sostitutiva e contingibile, per vietare ogni e qualsiasi forma di vendita, esposizione e detenzione di animali vivi nei luoghi e nei tempi tradizionalmente e per consuetudine occupati dalla “fiera del bestiame” di Partanna nella seconda domenica di ogni mese e prevista adesso il prossimo 10 marzo.

Enrico Rizzi ha inoltre chiesto di garantire un’adeguata vigilanza a fini preventivi e repressivi da parte degli organi di Polizia affinché vengano rispettate le vigenti normative e disposizioni in materia di trasporto, vendita, detenzione e maltrattamento di animali; commercio su aree pubbliche; igiene e sanità pubblica veterinaria; polizia annonaria e fiscale. Rizzi infine, ha chiesto di essere notiziato, circa le determinazioni che verranno assunte.

AGGIORNAMENTO: Il Sindaco di Partanna Giovanni Cuttone, ha deciso di sospendere la mostra mercato per i mesi di marzo ed aprile, nel provvedimento si legge “si rendono necessari dei lavori di adeguamento a norma di legge nella zona box e manutenzione generale nella zona commerciale”.

fonte. www.partitoanimalistaeuropeo.it