Si sono chiusi con grande gradimento dei partecipanti e dei tanti intervenuti, i lavori del workshop denominato “Architetti ed artisti insieme per pensare ad una Sicilia contemporanea”. I cinque finalisti del concorso hanno sottoposto alla giuria la ridisegnazione del sistema dei percorsi che connettono due importanti arterie urbane (via Pindaro, via Pitagora e via del Cantone) ed il mare, per migliorare i collegamenti tra la parte alta e bassa di Selinunte – zona EST.

Il sindaco della città, dr. Gianni Pompeo, ha pensato di affiancare alla revisione del porto anche un piano di riqualificazione della città legando aerea archeologica e area paesistica coinvolgendo i migliori giovani talenti. Per farlo ha chiamato l’architetto Luigi Prestinenza Puglisi e inventato una nuova formula di concorso workshop che ha tre benefici: non si spreca lavoro, fa conoscere meglio il territorio a chi lo dovrà disegnare e coinvolge i giovani.

Nei mesi scorsi sono pervenute 71 candidature da ogni parte d’Italia ed alla fine la giuria,composta da professionisti nazionali ed internazionali: Luigi Prestinenza Puglisi, Odile Decq, Marcello Panzarella, Giuseppe Gini, Vito Corte, Sergio Carta, Giuseppe Nannerini, Flavio Albanese, Orazio La Monaca e Giuseppe Taddeo, ha scelto all’unanimità i 5 gruppi: Andrea Stipa di Roma, Piera Patera di Milano; Claudio Lucchesi di Pace del Mela (Me); Mario Cottone di Sciacca (Ag) e Paolo Iotti di Reggio Emilia che insieme ad un folto gruppo di neo-laureati ha individuato una serie di interessanti soluzioni che saranno ora sottoposte al vaglio della commissione e che in futuro diventeranno progetti esecutivi per ottenere i finanziamenti della Comunità Europea, definendo un nuovo scenario per l’assetto territoriale di alcune aree degradate di Marinella di Selinunte.

Il sindaco ed i numerosi professionisti, alcuni provenienti dal Giappone e dagli Stati Uniti d’America, hanno anche riscoperto la suggestiva location della Collegiata dei SS. Pietro e Paolo, che ha ospitato una cena di gala per ringraziare gli ospiti della intensa tre giorni di studio.