docenti precari sicilia“Aver reso impossibile la mobilità su tutto il territorio nazionale dei docenti abilitati inseriti nelle graduatorie ad esaurimento, comporterà disagi a Nord e a Sud. Fino all’ultimo abbiamo sperato nel senso di responsabilità del governo; purtroppo abbiamo avuto la conferma che Berlusconi e i suoi ministri sono sotto ricatto della Lega”. Lo afferma il deputato del Pd, Tonino Russo.

“Per votare la fiducia al maxi-emendamento – aggiunge -, i leghisti hanno chiesto la soppressione del comma 4 dell’art. 5 bis, sulle graduatorie ad esaurimento, che avrebbe consentito ai docenti precari di spostarsi su tutto il territorio nazionale senza essere inseriti in coda.

Presto ci troveremo di fronte all’assurdità di aver docenti non specializzati nelle regioni del Nord e docenti del Sud senza un lavoro”. “Qualcuno dovrà assumersi le responsabilità di questa scelta – conclude Russo – che ha tolto ogni speranza ai precari, soprattutto quelli del Sud, circa il 70%, ovvero 160.157. Ai parlamentari meridionali del Pdl e agli autonomisti suggerisco di trovare una buona scusa per spiegare ai precari e alle loro famiglie il rapporto di sudditanza con la Lega”.

(ansa)