In una nota trasmessa all’Ato Tp2 Belice Ambiente, il Sindaco di Castelvetrano, Gianno Pompeo contesta il Piano economico-finanziario.

Per i costi del personale amministrativo «la spesa di 1.350.000 euro è eccessiva in considerazione del numero di dipendenti in organico. Tale spesa è comprensiva di quelle del personale a tempo determinato che il liquidatore, arbitrariamente ed illegittimamente, ha provveduto ad assumeree».

Sugli organi societari Pompeo ha da ridire: «I compensi del liquidatore e dei revisori dei conti sono eccessivi, devono essere ridotti del 10%». Poi: «la visione di alcuni atti adottati dalla società fa ben comprendere come l’attività di liquidazione» non venga esercitata nei modi previsti dal codice civile. Cita la nomina a consulente per la gestione del sito internet di Maurizio Bono; l’anticipazione del Tfr al dipendente Mario Ippolito, il conferimento dell’incarico di addetto stampa a Mariella Quinci, il conferimento dell’incarico «di consulenza ed assistenza per le numerose situazioni giudiziali all’avvocato Salvatore Marceca («250 euro l’ora»); l’affidamento del servizio di elaborazione dati contabili inerenti l’amministrazione del personale a Sergio Sardo.