Un’operazione antibracconaggio è stata compiuta, alle prime luci dell’alba di stamattina, da uomini del Corpo Forestale nei pressi della Riserva della foce del fiume Belìce, sul territorio di Marinella di Selinunte. L’operazione ha consentito di scovare un richiamo elettronico per uccelli che viene utilizzato dai cacciatori per far avvicinare i volatili che poi finiscono sotto i colpi di fucile.

L’utilizzo dei sistemi sonori a funzionamento meccanico, elettromagnetico ed elettronico è vietato dalla legge. L’apparecchiatura è stata posta sotto sequestro. Le indagini degli uomini della Forestale sono in corso per risalire all’eventuale proprietario che lo aveva ben nascosto su un terreno incolto.