Fondatore del Sodalizio Rossonero, timoniere della Folgore nei momenti più bui, infallibile uomo mercato, interfaccia fra società e club di grande levatura, Grande uomo di Sport!…

Unico!, Immenso, Presidentissimo, Uomo di Sport, la Folgore, Rossonero… sono alcuni dei tanti aggettivi che giovani e meno giovani affibbiano al nome di Franco Lombardo. A quasi un anno dalla sua scomparsa (12/07/2008) il suo nome e la sua immagine sono e saranno indelebilmente legati al mondo sportivo Castelvetranese. Fu’ proprio lui, negli anni 40 a modellare e creare quel giocattolo che ancora oggi unisce appassionati di sport sotto un’unica bandiera quella della Folgore Castelvetrano, ed è ancora lui a cui dobbiamo dire grazie se oggi a Castelvetrano esiste la passione per il Calcio.

Le emozioni che ci ha regalato a tutti sono enormi, indescrivibili!!!! Basti pensare cosa succede allo stadio in tante occasioni! Tifosi abbracciati e pronti a cantare sotto uno striscione rossonero, felicità per un goal o per la vittoria di un campionato, lacrime per una disgraziata retrocessione o per la vittoria di uno spareggio importante insomma grazie alla sua creatura, tutti gli sportivi si sono trovati UNITI in FRATELLANZA per un’unica causa…… quella della squadra che rappresenta un’intera città.

Diciamoci la verità amici sportivi, La Folgore e FRANCO LOMBARDO sono stati il binomio perfetto quello che ci ha accompagnato per decenni.
Da poco meno di un anno il grande Franco Lombardo non è più fra noi!, ma lo ricordiamo ancora! è nitida la sua figura all’interno dello stadio, lo si vede ancora sempre serio con il suo inseparabile impermeabile con gli occhi lucidi e orgogliosi nel vedere quelle maglie correre nel rettangolo di gioco, è nitida ancora ai miei occhi la sua soddisfazione per la vittoria del campionato di promozione sotto la guida di Mr. Mimmo Rizzo, lui alla Folgore ha dato l’anima a tolto ore preziose alla famiglia per poter portare sempre più in alto il nome della squadra del nostro cuore.

Devo essere sincero, parlare di quest’uomo per me è molto difficile, Franco Lombardo è stato per decenni il Segretario del sodalizio rossonero e proprio lui era colui che orchestrava tutto, era quello che preparava le stagioni calcistiche, dal settore giovanile alla prima squadra, e il mio ricordo è quello di un uomo importante messo dietro alla scrivania serio e professionale come sempre accoglieva noi giovani nella segreteria di Via Ugdulena e dopo le presentazioni dei giovani nuovi ci consegnava la lista del materiale da prelevare per iniziare la stagione agonistica e ogni volta che ci guardava era come se ci volesse dire Benvenuti nella Folgore sinonimo di Serietà e Professionalità!
La Folgore! Giocarci anche nelle giovanili qualche anno fa era un vanto, un marchio, uno stemma da portare in alto!

Era una cosa importante giocare nella “Folgoretta” ti metteva una spanna sopra gli altri perche allora non bastavano i soldi per potersi allenare, anzi non c’è ne volevano proprio, bisognava saper stoppare una palla e in gergo calcistico dare “di tù al pallone”, una società quella di allora che riuscì a sfornare giocatori importanti da mettere in prima squadra e da sventolare come vessillo di un settore giovanile capeggiato da un grande uomo come Carletto Confalonieri.

Franco Lombardo era presente anche in quei allenamenti, guardava con occhio cinico e riusciva a capire chi c’è l’avrebbe fatta! Riusciva a capire chi poteva essere il campione del futuro! E fu proprio lui che per primo vide in Aldo Tilotta il Bomber che avrebbe scalfito a forza di bolidi la firma sulla rete della memoria dei tifosi.

Sempre presente !!!!! il Presidente !!! e presente è stato anche a Cammarata!!!!, ne sono certo, nello spareggio contro il Ribera, valido per la permanenza in eccellenza della sua Folgore, Franco Lombardo era con noi, anzi dirò di più era in mezzo al campo! Era il dodicesimo uomo con la maglia Rossonera, durante la radiocronaca sono stato tentato più volte nel dirlo, ma la foga e la passione mi hanno fatto esitare nel ricordare un grande uomo come lui!

A distanza di qualche mese da quello spareggio da parte mia arriva per Lei un “Grazie Presidente”…. Grazie per aver bloccato quella palla nel centro d’aria di rigore nel corso del secondo tempo, quella palla ha avuto uno strano rallentamento l’erba sembra che sia diventata più alta in pochi secondi consentendo al nostro difensore di liberare l’aria!!! sono certo che quella palla è stata frenata da Lei per evitare che l’accorrente giocatore con la casacca diversa da quella Rossonera potesse far male al suo giocattolo e ai suoi ragazzi!!!.

Questo articolo arriva online con qualche mese di ritardo, e di questo articolo fu messo a conoscenza anche il Primo Cittadino Gianni Pompeo e il suo Portavoce Alessandro Quarrato, con cui tanto tempo fa ebbi un colloquio, Telefonico (con il primo) e di persona con il secondo.
Al Sig. Sindaco durante il colloquio telefonico promisi un’intervista dove avremmo parlato della possibilità di intestare lo stadio a Franco Lombardo, si signori miei proprio così, dare il massimo dell’onorificenza al Fondatore della Folgore1945 Castelvetrano, è questa la proposta cui mi accingo a inviare a tutti! Credo che sia una cosa Giusta e Dovuta.

Quell’intervista al Sindaco della Città non è stata mai realizzata perche i miei molteplici impegni lavorativi non mi hanno consentito di trovare il tempo per poterla fare.

Una cosa è certa! il Sindaco Gianni Pompeo, uomo di Sport e affezionatissimo alla Folgore, quando apprese la volontà di portare avanti questa mia idea ne rimase entusiasta!!! la possibilità di poter intestare lo Stadio ad un uomo che ha dato tanto allo sport Castelvetranese gli avrà fatto luccicare gli occhi!!!

Ed è proprio a questa apertura del Sindaco che io mi riallaccio.

Avrei potuto mettere online un sondaggio facendovi la domanda….”siete d’accordo nell’intestare lo Stadio al Presidente Fondatore Franco Lombardo?” ma non lo ho fatto perche un sondaggio del genere doveva essere monitorato ora dopo ora affinché lo stesso risultasse il più trasparente e affidabile possibile.
Ho preferito chiedervelo di persona! ho preferito stare quasi un anno a parlarne con i tifosi, giovani e anziani e ogni volta che facevo la domanda la risposta era sempre la stessa “Si credo che sia giusto! Franco lo merita”.
E’ un giusto Tributo!!!!!!!

Il tributo dovuto a colui che negli anni 40, dal nulla, ha saputo creare una squadra di calcio che nel corso degli anni ci ha rappresentato in tutta italia!, Il giusto tributo a colui che, senza saperlo, ha costruito il nostro giocattolo preferito quello a cui siamo disposti a rinunciare alla Famiglia, a fare lo sforzo economico per andarlo a vedere quello che in una maniera o in un’altra ormai è dentro di noi!!!!!

Ci entusiasma, ci fa litigare, ci fa gioire!!!! Per gli sportivi Castelvetranesi L’amore è Rossonero e si chiama FOLGORE!!!! E tutto questo è grazie al Presidentissimo.

LA PASSIONE DELLA FOLGORE NON MORIRA? MAI!!!!!! E insieme alla passione ci sarà sempre Franco Lombardo padre costruttore della squadra della nostra città! La squadra del nostro cuore!

E allora senza nulla togliere al grande “Paolo Marino” a cui potrebbe essere intestata la curva rossonera o la tribuna, all’unisono, chiediamo che l’amministrazione comunale, nella voce di un qualsiasi Consigliere Comunale, proponga in seno al primo Consiglio di cambiare il nome allo Stadio.
Stadio Comunale “FRANCO LOMBARDO”.

Chiudo questo articolo con la certezza che la proposta che parte da questo sito è una di quelle proposte che dovevano essere fatte dagli amministratori della nostra città, forse occupati da altri impegni e da altre problematiche! ….. Si !!!! ……Forse!!!!, ma adesso potete rifarVi! RicordandoVi che Franco Lombardo è la Folgore!!!! e la Folgore è la città di Castelvetrano!!!
Intestiamogli lo Stadio!!!!!!!

Tonino Tuzzolino
per www.folgore1945.it