Essepiauto

veleno-caniEnnesimo cagnolino avvelenato a Castelvetrano. A denunciarlo l’Ispettore nel N.O.P.A, Salvatore Macaluso.

Si tratterebbe di una piccola cagnetta che viveva assieme ad altri cani, nei pressi del rifornimento ERG di Via Partanna.
Gli abitanti del posto la chiamavano “Scuparino”. Sembra che il veleno adoperato fosse meno potente rispetto a quello adoperato nei precedenti casi a Castelvetrano ed il trovatello, che si trova sotto le cure dell’Associazione Laica, sarebbe fuori pericolo.

Del criminale, denuncia lo stesso Macaluso, ci conosce solamente il colore del mezzo che sarebbe stato adoperato per il vile gesto.

I primi dell’anno, un altro cane che faceva parte del gruppetto è stato avvelenato. Per Balù non c’è stato nulla da fare ed è morto prima di arrivare in ambulatorio.