rino marino

Ci sarà anche il castelvetranese Rino Marino, per la prima assoluta dello spettacolo “LA SERATA A COLONO” di Elsa Morante per la regia di Mario Martone.

Stagione 2012/2013
Teatro Carignano di Torino
15 – 27 gennaio 2013 | prima assoluta
“LA SERATA A COLONO”

con Carlo Cecchi, Antonia Truppo, Angelica Ippolito e con (in ordine alfabetico) Giovanni Calcagno, Victor Capello, Salvatore Caruso, Vincenzo Ferrera, Dario Iubatti, Giovanni Ludeno, Rino Marino (in foto), Paolo Musio, Totò Onnis, Franco Ravera

Francesco De Giorgi (tastierista), Andrea Toselli (percussionista)
regia e scene Mario Martone
musiche Nicola Piovani
fondale Sergio Tramonti
costumi Ursula Patzak
luci Pasquale Mari
suono Hubert Westkemper

La tournée dello spettacolo:

30 gennaio – 17 febbraio 2013 | Teatro Argentina – Roma
19 febbraio – 3 marzo 2013 | Piccolo Teatro (Teatro Grassi) – Milano
7 – 8 marzo 2013 | Residenztheater (Marstall Theater) – Monaco di Baviera
12 marzo 2013 | Teatro Asioli – Correggio
14 – 17 marzo 2013 | Teatro Storchi – Modena
19 – 24 marzo 2013 | Teatro della Pergola – Firenze
26 marzo 2013 | Teatro Comunale – Mirano
4 – 7 aprile 2013 | Teatro delle Muse – Ancona

La religione del Sole (dio della luce, della bellezza, della profezia e della peste, chiamato già fra gli altri suoi nomi innumerevoli anche Apollo, o Febo) determina, coi suoi responsi inquietanti, dapprima Laio, re di Tebe, a sopprimere il proprio figlio Edipo appena nato; e, in seguito, lo stesso giovane Edipo a fuggire dalla famiglia putativa che per caso lo aveva sottratto (bambino ignoto e inconsapevole) al sacrificio paterno. Ma, com’è noto, la fuga non serve a salvare Edipo dal suo destino: che lo vuole parricida, incestuoso, e re della città dalle sette porte. Finché un giorno, riconoscendo nella peste che devasta la città il segno della propria colpa e della maledizione solare, Edipo si acceca con uno spillone della madre moglie suicida; e si condanna alla mendicità e all’esilio, trascinandosi dove càpita, accompagnato dalla figlia Antigone. L’ultima sua stazione predestinata, dove trova una fine e una sepoltura, è Colono, luogo consacrato alle Furie figlie della Notte (dette anche le Eumenidi, cioè le Benigne).

Questo l’Antefatto de La serata a Colono, l’unica opera per il teatro di Elsa Morante, ispirata all’Edipo a Colono di Sofocle: pubblicata ne Il mondo salvato dai ragazzini, non è mai stata rappresentata. Carlo Cecchi ha vissuto accanto alla scrittrice il percorso dei diversi desideri di messa in scena di questo testo da parte di Eduardo De Filippo, Carmelo Bene, Vittorio Gassman, e ha immaginato di realizzarla egli stesso. Con Carlo abbiamo lavorato più volte insieme, e più volte abbiamo parlato de La serata a Colono: l’amore per questo testo ci spinge oggi a lavorare allo spettacolo. In parte la compagnia proviene dal gruppo di lavoro di Cecchi e in parte è formata da persone che hanno lavorato con me, Nicola Piovani, Sergio Tramonti e Angelica Ippolito hanno vissuto con Cecchi e con la Morante la straordinaria stagione del Granteatro: nell’incontro tra generazioni diverse rivive lo spirito di un gruppo. (Mario Martone) La Casa Editrice Einaudi per il centenario della nascita dell’autrice pubblicherà Elsa Morante, La serata a Colono, nella Collezione di Teatro.

Rino Marino

Laureato in Medicina e Chirurgia, presso l’Università degli Studi di Palermo e specializzato in Psichiatria con una tesi dal titolo: Drammaterapia: aspetti teorici e metodologici e riflessioni su un’esperienza di drammatizzazione con pazienti cronici.
Ha frequentato laboratori di recitazione diretti da Dario Fo, Francesca della Monica, Stefania de Santis, Carlos Riboty, Gary Brackett, Julian Vargas, Grant McDaniel, Yuriy Kordonskiy.

http://sukakaifa.myblog.it/archive/2012/12/30/la-serata-a-colono-di-elsa-morante-regia-di-mario-martone.html