Pietro Truscelli

Ascensori che non funzionano, bagni degradati e parcheggio impossibile. L’ospedale “Vittorio Emanuele II” di Castelvetrano continua ad avere problemi logistici che creano molte difficoltà all’utenza.

A denunciare i disservizi, il presidente del Tribunale dei diritti del malato, Pietro Truscelli (in foto).

Siamo stanchi di segnalare continuamente i disservizi dell’ospedale– afferma Truscelli- alla direzione sanitaria dell’ASP di Trapani. I bagni del ingresso riservati al pubblico sono indegni per una collettività civile. Porte divelte e altro non consentono la normale fruizione. Gli ascensori- conclude Truscelli- sempre guasti. Ne funziona uno solo per un ospedale di 5 piani. Gli utenti costretti a far la fila. Tutto ciò è insostenibile.

A questi disservizi si aggiunge l’enorme difficoltà a trovare parcheggio all’interno dell’area ospedaliera. Pazienti oncologici sono costretti a lasciare l’auto ad un chilometro dal nosocomio. Una situazione che si complica ogni giorno di più, anche per l’aumento dell’utenza dovuta alla chiusura di alcuni reparti del vicino ospedale di Mazara del Vallo. Gli esponenti del Tribunale dei diritti del malato, da tempo hanno segnalato le disfunzioni logistiche alle autorità responsabili, ma fin o ad oggi nessuna risposta.

Filippo Siragusa (GdS)