Vito riggio castelvetrano

Venerdi 11 gennaio, nei locali del palazzo comunale di Assisi, si e’ svolta una solenne cerimonia, durante la quale il Sindaco della Città di S. Francesco, Claudio Ricci, ha conferito la cittadinanza onoraria all’On. Prof. Vito Riggio, commissario straordinario dell’ENAC.

Erano presenti alla cerimonia oltre ai consiglieri comunali della Città, parlamentari nazionali, regionali, consiglieri provinciali e sindaci del territorio.

La motivazione letta dal Sindaco della Città esprime gratitudine e riconoscenza: “La Città di Assisi, con animo grato, per avere l’onorevole Vito Riggio, nei difficili momenti della ricostruzione post-sismica, contribuito, con atti concreti, allo sviluppo della Città di Assisi con le Sue competenze tecnico-amministrative accompagnate da una straordinaria carica di umanità. Una particolare gratitudine è a Lui rivolta per aver arricchito il territorio con il potenziamento e la riqualificazione dell’aeroporto regionale, assurto a carattere internazionale. Il suo amore per San Francesco ha sostenuto l’intitolazione dello scalo aeroportuale umbro al Santo Patrono d’Italia”.

riggio assisi

Nel suo intervento Vito Riggio ha voluto ringraziare le istituzioni regionali e comunali per il prestigioso riconoscimento e si e’ soffermato sulla importanza che una infrastruttura di tale rilevanza assume nello sviluppo socio – economico e produttivo del territorio , dichiarando di essere “molto legato alla citta’ di Assisi e all’intera Umbria e di essere particolarmente lieto di avere contribuito al percorso di crescita del nuovo aeroporto della regione, intitolato a S. Francesco di Assisi “.
Il Presidente del Rotary Club “Castelvetrano-Valle del Belice” Vincenzo Agate nel comunicare tale evento alla Città ed al territorio, esprime particolare soddisfazione per questo alto riconoscimento civile che premia il grande impegno sociale ed istituzionale dell’amico Vito Riggio, da anni socio onorario del club al quale e’ molto vicino soprattutto nelle occasioni di grande rilevanza esterna, e nelle importanti attività del Distretto rotariano 2110 Sicilia – Malta.