E’ stato messo in funzione il sistema di video sorveglianza nel Sistema delle Piazze. L’esigenza era stata manifestata anche dagli stessi residenti e commercianti che insistono nella zona che lamentavano la presenza di pochi controlli e denunciavano diversi episodi di vandalismo da parte di alcuni bulli che, approfittando delle ore notturne, avevano messo a segno anche alcuni furti.

Il primo cittadino che ha sempre fortemente creduto nell’importanza di riqualificare e pedonalizzare l’intera area, mettendo a disposizione anche alcuni locali comunali per quegli imprenditori che volessero investire, aveva predisposto anche alcuni servizi straordinari nei week-end, con gli agenti di polizia municipale, per garantire una maggiore vigilanza.

Nei mesi scorsi si è deciso di dotare l’area, estesa per oltre 5.000 metri quadri, di un moderno impianto a circuito chiuso per monitorare 24 ore su 24 la zona.

“L’Amministrazione ha deciso di rispondere alle esigenze manifestate dagli utenti, dai residenti e dai commercianti che chiedevano maggiori controlli- afferma il sindaco– abbiamo fatto tanto per restituire il cuore della città alla centralità che le appartiene storicamente e sono sicuro che tanto verrà fatto anche grazie ad una sinergia con i cittadini e le attività commerciali.”

I lavori, che sono stati affidati all’impresa castelvetranese di Mario Leone, sono costati 24mila euro alle casse comunali, ed hanno portato all’installazione di ben 14 telecamere fisse, e 2 telecamere modello “Dome” che hanno la particolarità di avere uno spettro visivo a 360° e che assicurano la copertura sia in piazza Carlo d’Aragona che in piazza Umberto I, nelle vie Militello, arciprete Geraci, Pappalardo, Gagini, La Masa, nel parcheggio di via Poerio, e fino all’inizio di via Garibaldi.

Le immagini, attraverso un server di ultima generazione vengono registrate 24 ore su 24 ed il server le trasmette anche al comando di Polizia Municipale ed al Commissariato di Polizia di Stato. Infatti, in questi primi giorni di silenziosa attività sono già stati segnalati alcuni episodi ed individuati i responsabili grazie proprio alle telecamere.