In merito alla scelta progettuale del concorso di Idee bandito per la Piazza Matteotti.

Il Circolo Legambiente Crimiso si è da sempre occupato delle problematiche legate alle Ficus magnolioides presenti in piazza Matteotti. Diverse le critiche e i commenti dei cittadini, molti dei quali affettuosamente legati a questo polmone di verde presente nella nostra città.

Le magnolie sono piante enormi ed ingombranti, ne fanno bello esempio la Magnolia di Piazza Marina e quelle ubicate all’interno dell’Orto botanico a Palermo. Il concorso di idee rappresenta una sottospecie del concorso di progettazione: ai sensi dell’articolo 108 del d. Lgs. n. 163/2006, è uno dei primi passi significativi per acquisire idee progettuali, come prevede la legge sui contratti pubblici, finalizzati all’acquisizione di una proposta ideativa da remunerare con il riconoscimento di un congruo premio.

Il concorrente predispone la proposta ideativa nella forma più idonea alla sua corretta rappresentazione. L’idea o le idee premiate sono acquisite dal comune e possono essere poste a base di un concorso di progettazione . A detta procedura sono ammessi a partecipare i premiati qualora in possesso dei relativi requisiti soggettivi.

piazza-matteotti-castelvetrano

Il comune può affidare al vincitore del concorso di idee la realizzazione dei successivi livelli di progettazione.
Per tale motivo va il nostro apprezzamento, verso questo primo obiettivo il Concorso di Idee, ovviamente auspichiamo che ci sia un confronto sulla scelte progettuali, pertanto chiediamo che il progetto vincitore e le idee dei progetti che non hanno vinto siano presentati alla città al fine di migliorare ulteriormente il progetto eventualmente da realizzare. Attivando cosi una progettazione partecipata e democratica.

In merito alle magnolie da rimuovere come prevede il progetto vincitore, il possibile spostamento in altro luogo da notizie in nostro possesso piante di queste dimensioni non possono sopravvivere. Restiamo pertanto contrari alla rimozione delle magnolie. Restiamo disponibili e partecipi per un dibattito scientifico che possa portare anche alla rimozione di alcune piante, ma che sia una scelta definita con consulenze specialistiche come agronomi, paesaggisti e progettisti di giardini, che veda la scelta di piante autoctone della macchia mediterranea.

Clicca qui per vedere le immagini del progetto di recupero globale dell’area relativa a Piazza Matteotti e Piazza Escrivà

piazza-matteotti-castelvetrano