Essepiauto

Lei è Lilli, una cagnetta di quartiere; si aggirava sempre vicino il campo di aviazione dove alcune persone le davano da mangiare e si prendevano cura di lei.

Proprio queste persone un giorno hanno trovato Lilli con il corpo pieno di ustioni infette e gli occhi completamente chiusi coperti da garze; a quel punto si sono rivolte a Liliana Signorello e ad Elena Martorana dell’associazione L.A.I.C.A. (che attualmente gestisce il canile comunale di Castelvetrano), le quali hanno raccolto il cane portandolo all’interno del canile, dove gli sono state fatte le prime cure veterinarie. Lilli è rimasta per alcuni giorni all’interno del canile dove alcune volontarie si sono prese cura di lei accudendola e cercando di farle dimenticare la brutta esperienza vissuta.

La piccola è stata poi affidata all’associazione O.I.P.A., che ha a sua volta affidato la piccola al gruppo Pippo “volontariamente” di Monica Altieri e Fabrizia Cerutti, che attualmente sta pagando la degenza e le spese veterinarie della piccola e che si occuperà della sua adozione. Adesso è ricoverata presso un ambulatorio veterinario e le sue ferite stanno lentamente rimarginandosi; è ancora molto spaventata e sente ancora i forti dolori delle ferite che gli sono state fatte.

Sicuramente tutti noi, chi più chi meno, siamo intenti a trovare qualcuno che sia disposto ad adottare la piccola Lilli per regalarle una vita migliore, magari facendole dimenticare la terribile esperienza che ha vissuto. Il nostro obiettivo è quello di trovare una casa a questa piccola, ma soprattutto di trovare una persona che le sappia dare tutto quell’amore ed affetto, che gli è dovuto, e che gli è stato brutalmente negato a causa del terribile gesto che è stata costretta a subire.

Invito dunque tutti voi ad aiutarci per trovare qualcuno che voglia prendere con sé la dolcissima Lilli!

….E ricordate ad adottare un cane si rischia di diventare migliori!!!