Sempre più ridotto a un rudere in via XXIV Maggio, il palazzo Signorelli di Castelvetrano, esempio di Liberty che nel dopoguerra fu adibito a scuola, ha subito un incendio al piano terra, in una stanza di circa 20 metri quadrati stracolma di rifiuti di ogni genere.

In fiamme anche il portone in legno. I vigili del fuoco del distaccamento di Mazara del Vallo non hanno trovato sul posto tracce di dolo. Nel 2008 Legambiente aveva inserito Palazzo Signorelli, che é di proprietà privata, nella campagna ‘Salvalarte Sicilia gran tour’ e ne aveva proposto, inascoltata, il recupero per trasformarlo in museo.

All’epoca della realizzazione il materiale del rivestimento in terracotta fu realizzato dal ceramista Enrico Vella che operò a Caltagirone tra la fine dell’Ottocento e i primi del Novecento. Tre anni fa crollò la torretta e i tetti sono ormai inesistenti. Resistono ancora le mura perimetrali sorrette da anni da pilastri in conci di tufo.