Dai go-kart alla Formula Regional, sognando la Formula Uno. Gabriele Minì, 16 anni, di Marineo, in provincia di Palermo, è uno dei migliori talenti emersi nel 2020. Da molti è definito l’enfant prodige della Formula Uno, ingaggiato dal team francese Art Grand Prix (fondata da Frèdèric Vasseur e Nicolas Todt), Gabriele, l’anno appena trascorso, ha monopolizzato il campionato italiano di Formula 4 mostrando non solo una velocità innata, ma anche una lucidità mentale impressionante per un sedicenne. Gabriele sportivamente è cresciuto nel circuito di Triscina, a Castelvetrano. È qui che ha iniziato i suoi allenamenti, le prime gare e dove continua a venire per le prove in pista.

«Ricordo che i primi giri in go-kart li feci nei parcheggi delle autovetture – dice a CastelvetranoSelinunte.it – poi nella pista di Lascari e qui a Triscina». Cresciuto a pane e motori col papà Fabrizio, meccanico e anche lui appassionato di auto, Gabriele Minì ha vissuto già le prime scalate al successo nel karting, poi nella Formula 4 e nella Formula Regional. «Arrivare alla Formula Uno è il sogno di tutti – dice – ma è una strada difficile, tutta in verticale. Io ci metterò l’impegno massimo…».