giovanni lo sciutoL’on. Giovanni Lo Sciuto nei giorni scorsi ha presentato al Governatore della Sicilia, Rosario Crocetta due importanti interrogazioni su alcuni disservizi esistenti negli ospedali di Castelvetrano e Mazara del vallo e in merito alla realizzazione di strutture terapeutiche di radioterapia ,previste presso l’ospedale Sant’ Antonio Abate di Trapani- Erice e del nosocomio di Mazara del Vallo. Di seguito il dettaglio delle interrogazioni a risposta scritta fatte pervenire al Governatore Crocetta:

1^ Interrogazioni – Radioterapia in Provincia di Trapani

Premesso che, la provincia di Trapani conta 440.000 abitanti e il piano sanitario nazionale prevede un servizio di radioterapia ogni 200.000 abitanti e che l’Assessore Regionale Dott. Massimo Russo con il nuovo piano regionale 2011-2013 avere previsto in provincia di Trapani due sedi di radioterapia ed in particolare a Mazara del Vallo, ed una seconda presso l’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani, considerato che ad oggi ancora non si conoscono i tempi per la realizzazione dei centri di radiologia.

considerato che: il progetto per la realizzazione della radioterapia a Mazara del Vallo è stato finanziato dalla Comunità Europea la quale se non viene rispettato il vincolo della tempistica potrebbe revocare il finanziamento;
ad oggi non si conosce che fine hanno fatto e sono ancora disponibili i 3,8 milioni di euro finanziati dallo Stato per la realizzazione della radioterapia dell’ospedale Sant’Antonio Abate;

Considerato che nonostante numerosi sollecitazioni e tavoli tecnici a distanza di anni, in Provincia di Trapani non esiste ancora una radioterapia e ciò costringe i malati a percorrere svariati Km. per arrivare nei centri specializzati con grave disagio sia morale che economico, ma anche con grossi costi per le casse regionali poiché tanti pazienti ogni anno si recano negli ospedali dell’Italia Settentrionale per le terapie oncologiche. Si calcola che sono circa 3.000 i pazienti Trapanesi che sono costretti nonostante le precarietà delle loro condizioni di salute a viaggiare per potersi sottoporre alle cure oncologiche. Si Interroga il Governo della Regione Sicilia e l’Assessore alla Sanità ,per conoscere la situazione attuale in merito alla realizzazione dei centri di radioterapia in Provincia di Trapani e quali misure intende adottare per velocizzare tutti gli atti propedeutici per garantire anche ai cittadini Trapanesi di potersi curare negli ospedali della propria Provincia evitando i cosiddetti viaggi della speranza.

2^ interrogazione – Presidio Ospedaliero di Castelvetrano

Premesso che, l’ospedale di Mazara del Vallo e attualmente chiuso per ristrutturazione e gran parte degli utenti mazaresi usufruiscono dei servizi del presidio ospedaliero di Castelvetrano. I reparti di medicina, ostetricie, cardiologia con UTIC, oculistica del nosocomio di Mazara sono stati trasferiti presso quello di Castelvetrano.
in conseguenza di tale importante esigenza , gli accessi al pronto soccorso di Castelvetrano già particolarmente numerosi , sono ad oggi ulteriormente aumentati. Considerato che la struttura di pronto soccorso del P.O. di Castelvetrano sia dal punto di vista logistico che per dotazione di personale medico e paramedico , risulta largamente insufficiente a garantire un servizio degno di un paese civile con possibili gravi conseguenze per la salute del cittadino; considerato che l’imminente stagione estiva aumenterà ulteriormente i carichi di lavoro a causa di numerose presenze turistiche; si Interroga il Governo della Regione Sicilia e l’Assessore alla Sanità, per sapere quali provvedimenti urgenti intenda mettere in atto per la soluzione delle gravi problematiche sopra esposte che incidono in maniera spesso drammatica sulla vita dei cittadini.