In questa fase si deve fare una scelta di chiarezza che supera la necessità di avere ampi numeri in Parlamento.

Con questo ragionamento, riferito da alcuni presenti alla riunione a Palazzo Grazioli, il premier Silvio Berlusconi ha motivato la decisione di porre la fiducia sul dibattito di domani.

Il governo pone la questione di fiducia su una legge, qualificando tale atto come fondamentale della propria azione politica e facendo dipendere dalla sua approvazione la propria permanenza in carica. Nella pratica politica tale strumento viene usato dal Governo per compattare la maggioranza parlamentare che lo sostiene o per evitare l’ostruzionismo dell’opposizione.

Domani potrebbe cadere il governo Berlusconi