carabinieriNel prosieguo dell’attivita’ di contrasto alla micro criminalita’ posto in essere dai carabinieri della Compagnia di Castelvetrano diretti dal Cap. Fabio Ibba, i militari della stazione del Lgt Domenico Castellano, nella mattinata del 7 giugno a seguito di incessante ed accurata attivita’ di indagine traevano in arresto, Signorello Angela, casalinga, incensurata, colta in flagranza di reato di truffa aggravata e continuata ai danni dello stato.

In particolare, i carabinieri dopo accurate indagini riscontravano che nei pressi dell’ufficio postale di Via Garibaldi di Castelvetrano erano state riscontrate anomalie sui prelievi dei ratei della pensione del signor C. V., persona che risultava deceduta in castelvetrano nel marzo 2005.

I militari della stazione, pertanto attuavano, nella mattinata dell’ 8 giugno u.s., un servizio di controllo che consentiva di accertare che la Signorello si recava presso la sede dell’ufficio postale prelevando indebitametne il rateo della pensione pertinente il mese corrente, pari ad euro 369,56. Al termine delle fasi di prelievo, il personale operante faceva scattare l’operazione bloccando la Signorello la quale veniva condotta presso gli uffici di questo comando ove veniva dichiarata in stato di arresto.

L’importo della pensione indebitamente percepita veniva restituita all’ente erogante, tramite lo stesso ufficio postale ove in precedenza era stata consumata l’operazione di prelievo. Considerando che la signorella percepiva da 8 anni il rateo di C.V., la truffa si aggira intorno ai 40000 euro netti.

La Signoerelo, veniva quindi condotta presso la propria abitazione in stato di arresto e sottoposta al giudizio per direttissima presso il tribunale di Marsala, a seguito del quale veniva convalidato l’arresto, condannata a mesi 7 con pena sospesa e al pagamaneto di una multa.

Cap. Fabio Ibba – Comunicato Stampa CC Castelvetrano 11.06.2012