Ieri CastelvetranoSelinunte.it vi ha raccontato del nobile gesto di Kevin, un ragazzo extracomunitario che, davanti il supermercato LIDL di Castelvetrano, aveva trovato delle banconote del valore di 500 euro e  prontamente le aveva consegnate ai responsabili del punto vendita.

Oggi quella storia si è conclusa come da copione con un meraviglioso lieto fine che oltrepassa tutte le barriere: la somma di denaro è stata consegnata al legittimo proprietario.

Il signor Giuseppe D’Anna, proprietario di una nota pasticceria a Castelvetrano, come tutte le settimane, ha commissioni da fare il sabato, passando tutta la mattina in giro tra i suoi fornitori, attività che gli impiegano tempo e fatica.

Si renderà conto, però presto, con estremo rammarico, che quella mattina purtroppo smarrirà una somma di denaro considerevole, e preso dal panico, ritorna da tutti i fornitori in cui si era recato, pregandoli di controllare eventuali telecamere di sorveglianza.

Un dispiacere che inizia a diventare rassegnazione, quando in tutte le attività dove era stato la mattina, non aveva purtroppo trovato nulla.

Il supermercato gli passa per la mente ma lo esclude perché, nonostante fosse stato lì, aveva pagato ciò che aveva comprato, con denaro che non faceva parte di quelle banconote tenute dall’elastico.

Ieri il nostro articolo fa accendere una speranza, uno dei fornitori del signor D’Anna, infatti, lo chiama avvertendolo che aveva letto su CastelvetranoSelinute.it una notizia che molto probabilmente lo riguardava, la speranza mette subito in moto la macchina.

Stamattina il Signor D’anna si reca dai Carabinieri che, attraverso controlli e verbali, accertano che quelle banconote appartengono a lui.

Oggi pomeriggio il signor D’Anna è ritornato al supermercato, lì ha voluto incontrare Kevin, consegnandogli una ricompensa, e ringraziandolo per quel gesto che è la dimostrazione di ciò che di bello ci può essere nelle azioni di un uomo.

La visibile commozione nel racconto del signor D’Anna ci fa comprendere quanto davvero la gratitudine va oltre la ricompensa e ci confida che il giovane Kevin non ha fatto altro che ringraziarlo per quella ricompensa, “volevo abbracciarlo” – dice il signor D’Anna- “ma in questo momento non possiamo farlo e allora ci siamo accontentati di una foto insieme”.

E’ davvero straordinario potere raccontare di storie che hanno questo epilogo, e la redazione di CastelvetranoSelinunte è lieta di aver contribuito affinchè questo diventasse possibile.