Giovanni Paolo II a SalemiLe reliquie del Beato Giovanni Paolo II arrivano a Salemi. Lunedì 3 giugno faranno ingresso di mattina in chiesa madre, dove rimarranno esposte per l’intera giornata di lunedì. Martedì, invece, saranno esposte – sempre per l’intera giornata – presso la chiesa Maria Ss della Confusione (Convento dei Cappuccini).

Un evento che farà di questi due giorni un appuntamento di preghiera e di meditazione e approfondirà la conoscenza di quel Papa che è rimasto nel cuore di tutti, in particolare di milioni di giovani, e ha dato un esempio inimitabile di fede, di umanità e di amore.

Ad accompagnare le reliquie sarà il direttore del Vatican Service News, monsignor Jarek Clelecki. Come mai proprio lui? Perché il luogo dove è nato monsignor Cielick, è Niegowic, un paese vicino a Cracovia, la citta di Wojtyla. Proprio nella parrocchia di questo sacerdote il dottor Karol Wojtyla nel 1948 fece le sue prime esperienze pastorali. Nella chiesa di questa parrocchia spesso il futuro Pontefice pregò davanti all’immagine della Beata Maria Assunta. Il quadro della Madonna Assunta, che era nella parrocchia di Niegowic, alla periferia di Cracovia, dove Karol Wojtyla era vice parroco nel 1948, è, dunque, in pellegrinaggio per le parrocchie d’Europa.

Oggi con questa immagine e con le reliquie (si tratta di una ciocca dei capelli di Papa Giovanni Paolo II, conservati dopo un taglio, fatto una settimana prima della morte, il 26 marzo 2005) monsignor Cielick sarà a Salemi come unica tappa della Sicilia occidentale. L’iniziativa a Salemi è dell’associazione culturale “Giovanni Paolo II – Progetti Umanitari”.

gp2

La tela della Beata Maria Assunta che arriverà a Salemi insieme alla reliquia. Il quadro era nella parrocchia di Niegowic.

fonte. diocesimazara.eu