Terremoto AquilaLa scossa che ha colpito questa notte Roma, l’Abruzzo e il centro Italia è stata di magnitudo 5,8° e ha avuto come epicentro una zona a pochi km dalla città dell’Aquila, nella zona nord, in un triangolo compreso tra la stessa città dell’Aquila e le frazioni di Collimento e Villa Grande 5 km di profondità (6,7° della scala Richter). Il terremoto è stato avvertito distintamente dalle Marche a Napoli. Il sisma ha avuto un effetto pari all’ottavo-nono grado della scala Mercalli sugli edifici.

All’ospedale San Salvatore dell’Aquila sono morti quattro bambini coinvolti nel crollo della loro casa. I medici del pronto soccorso non hanno potuto fare nulla per salvarli. Sono due le vittime a Fossa, un centro vicino al capoluogo aquilano. Risultano, secondo quando spiega la Protezione Civile dell’Aquila, disperse otto persone a S.Demetrio dei Vestini e un ponte, sempre nella zona di Fossa sarebbe crollato su una autovettura non si sa se con persone dentro. Sono molti gli edifici del centro storico dell’Aquila crollati.

Si teme che essendo la scossa più forte avvenuta in piena notte, con la popolazione nelle case, le vittime possano essere più numerose. Sono state moltissime le persone che per la paura si sono riversate nelle strade. Dalle prime informazioni risulta crollata parte della casa dello studente e non è escluso che sotto le macerie possano esserci delle persone.-È crollata completamente la cupola della chiesa delle Anime Sante nel centro storico della città. Anche la Cattedrale ha subito danni strutturali. Per verifiche e controlli sui viadotti è stato chiuso il tratto autostradale della Roma-L’Aquila (A24) tra Valle del Salto e Assergi in entrambe le direzioni.Sono quindicimila le utenze disalimentate nella provincia dell’Aquila.

07.19 – Bertolaso: “Una tragedia”
“La situazione è drammatica, è una tragedia”. Così il capo della Protezione civile, Guido Bertolaso, ha descritto la situazione in Abruzzo dopo il violento sisma. “Sono previste molte vittime e migliaia di sfollati – ha aggiunto – Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, sta per firmare lo stato d’emergenza per le zone colpite”.

07.13 – L’Aquila, si valuta evacuazione ospedale
L’edificio che ospita la farmacia dell’Ospedale “San Salvatore” di L’Aquila è crollato. Il presidio ospedaliero ha subito diversi danni e lesioni. Le forze dell’ordine starebbero valutando una possibile evacuazione, anche parziale, della struttura sanitaria.

07.12 – Bilancio destinato a salire
Il bilancio del terremoto che ha colpito la provincia dell’Aquila e’ destinato a salire. Secondo i soccorritori che operano tra le macerie si potrebbe arrivare a contare decine di vittime. Sono infatti migliaia gli edifici gravemente lesionati e molti quelli completamente crollati.

07.10 – Castelnuovo, morti tre italiani d due macedoni
Sono due macedoni e tre italiani le vittime estratte dai primi soccorritori a Castelnuovo. I tre italiani sono un 60enne residente a Roma ma originario del luogo e gli anziani genitori che era venuto a trovare nel fine settimana.

06.50 – Attenzione alle scosse d’assestamento
”Ci saranno probabilmente delle scosse di assestamento, è quindi pericoloso stare vicino agli edifici lesionati”. L’avvertimento arriva dal dirigente della Protezione civile Agostino Miozzo, presente nella sede del dipartimento dove è riunito il comitato operativo convocato per il sisma che ha colpito l’Italia centrale.

06.41 – “Nove morti”
Sono nove le vittime del terremoto nella provincia dell’Aquila secondo un primo provvisorio bilancio dei carabinieri. Cinque i morti accertati a Castelnuovo, uno a Poggio Picenze, uno a Tormintarte, due a Fossa tra cui una bimba di tre anni. In questo bilancio non sarebbero compresi i quattro bambini morti nell’ospedale dell’Aquila.

06.22 – Morti quattro bimbi a L’Aquila
All’ospedale San Salvatore dell’Aquila sono morti quattro bambini coinvolti nel crollo della loro casa. I medici del pronto soccorso non hanno potuto fare nulla per salvarli.

06.13 – Anche otto dispersi a S. Demetrio
Sono due le vittime a Fossa, un centro vicino al capoluogo aquilano. Risultano, secondo quando spiega la Protezione Civile dell’Aquila, disperse otto persone a S.Demetrio dei Vestini e un ponte, sempre nella zona di Fossa sarebbe crollato su una autovettura non si sa se con persone dentro.

05.50 – Ci sono vittime
La protezione civile conferma che a causa dei crolli dovuti al terremoto in Abruzzo ci sono vittime.

05.44 – Due vittime a Fossa
Due persone sono morte a Fossa a causa del terremoto di questa notte con epicentro all’Aquila. Si tratta di una donna anziana e di una bambina. Lo riferisce Skytg24.

05.24 – Senza elettricità
Sono quindicimila le utenze disalimentate nella provincia de l’Aquila in seguito al terremoto. Lo ha comunicato l’Enel al dipartimento della Protezione civile.
EmediateAd

05.21 – Chiuso tratto autostrada Roma-L’Aquila
Per verifiche e controlli sui viadotti è stato chiuso il tratto autostradale della Roma-L’Aquila (A24) tra Valle del Salto e Assergi in entrambe le direzioni. Lo si apprende dalla Protezione civile.

05.18 – Crollata la casa dello studente
Sono molte le case distrutte nel centro storico dell’Aquila. E’ confermato il crollo di parte della Casa dello Studente, e alcuni studenti sarebbero all’interno dell’istituto.

05.02 – Non mettersi in viaggio
La Protezione civile invita a non mettersi in viaggio nella zona colpita dal terremoto. Anche se al momento non vengono segnalati problemi particolari a ferrovie e autostrade, il Dipartimento ribadisce di non mettersi in strada per non intralciare i soccorsi. Sulla zona dell’Aquila inoltre è stato emesso un Notam, un divieto di sorvolo in tutta l’area.

04.57 – Si scava tra le macerie
Ci sono persone intrappolate in una casa del centro storico, in via XX Settembre, crollata e i vigili del fuoco stanno scavando per tirarle fuori dalle macerie. La casa, totalmente rasa a suolo, è vicina al palazzo dell’Anas.

04.56 – Altra scossa a L’Aquila
Un’altra scossa è stata avvertita all’Aquila pochi minuti fa. Secondo quanto reso noto dalla Protezione civile la magnitudo è stata di 4,7 ed è avvenuta alle 4.37.

04.51 – Bertolaso in contatto con Napolitano e Berlusconi
Il capo della protezione civile Guido Bertolaso, subito dopo la scossa di terremoto che ha colpito l’Abruzzo, ha informato il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il premier Silvio Berlusconi, con i quali è in costante contatto per aggiornarli sulla situazione. Bertolaso ha anche parlato con il sindaco dell’Aquila, che ha confermato i crolli verificatisi in città.

04.48 – Nessun problema a strada e ferrovie
Non risultano al momento danni alle linee ferroviarie e alle principali strade della zona colpita dal terremoto. Lo rende noto la Protezione civile che è in contatto con Ferrovie e Anas.

04.38 – L’Aquila, Paganica la zona più colpita
La zona più colpita dal sisma è Paganica, secondo quanto riferito dai vigili del fuoco locali. Alcuni edifici sarebbero crollati, diversi quelli lesionati.

04.24 – Scossa avvertita anche nelle Marche
E’ stata avvertita distintamente anche nelle Marche, in particolare in provincia di Ascoli Piceno, dove molte persone si sono riversate in strada, la scossa di terremoto registrata poco dopo le 3:30 nell’Italia centrale, che ha avuto epicentro all’Aquila.

04.22 – Crolli a L’Aquila
Una parte della Casa dello Studente è crollata all’Aquila, moltissimi edifici sono lesionati. Un punto di raccolta dei cittadini è stato allestito a Piazza d’Armi. Nel centro cittadino sarebbe crollata una chiesa.

04.17 – L’Aquila, crollati edifici: si temono vittime
Alcuni edifici del centro storico dell’Aquila risultano crollati in seguito al violento sisma avvenuto dopo le 3.30 di questa notte. Secondo i carabinieri si teme che possano esserci vittime. Numerose le persone rimaste ferite.04.14 – Centralini roventi
Sono state oltre 300 le chiamate dei cittadini della capitale alla sala operativa dei vigili del fuoco, cosi’ come alla sala operativa della polizia municipale, nei dieci minuti immediatamente successivi alla scossa sismica chiaramente avvertita anche a Roma. Al momento non si registrano danni a cose o persone ma solo molta preoccupazione da parte dei cittadini.

04.06 – Convocato comitato operativo protezione civile
Il capo del Dipartimento della Protezione civile Guido Bertolaso ha convocato il Comitato operativo in seguito alla forte scossa di terremoto in provincia dell’Aquila.

04.20 – All’Aquila scossa di magnitudo 5.8
La violenta scossa di terremoto che è stata avvertita in nottata nel centro Italia ha avuto come epicentro L’Aquila ed è stata di magnitudo 5,8. Lo rende noto il Dipartimento della protezione civile, sottolineando che la scossa è avvenuta alle 3.32 a 5 km di profondità.

03.55 – Case lesionate, gente in strada
La violenta scossa di terremoto che ha scosso poco le 3.30 il centro Italia e l’Abruzzo ha causato all’Aquila profonde lesioni agli edifici, anche in palazzi di cemento armato. Nella città gli abitanti si sono tutti riversati in strada.

03.52 – Terremoto di magnitudo 6.7
La scossa che ha colpito questa notte Roma, l’Abruzzo e il centro Italia è stata di magnitudo 6,7 della scala Richter. E’ quanto risulta alla sala operativa dei vigili urbani della Capitale.

03.49 – Epicentro in Abruzzo
L’epicentro della scossa sismica è stato localizzato in Abruzzo, con una magnitudo preliminare valutata superiore ai 5 gradi della scala Richter. La Protezione civile sta facendo le verifiche per accertare la portata della scossa.

03.45 – Forte scossa anche in Abruzzo
Anche in Abruzzo, da Pescara all’Aquila, è stata avvertita in nottata una forte scossa, che ha fatto seguito a quelle di ieri sera, di magnitudo 3,9 e alla replica avvenuta dopo la mezzanotte di magnitudo 3,5.

03.30 – Scossa a Roma
Una forte scossa sismica è stata avvertita poco dopo le 3.30 nella Capitale..

fonte. lukalove.myblog.it