Sensazionale serata di apertura del Selinunte Jazz Festival, un esibizione impeccabile per Aaron Goldberg, Omer Avital e Greg Hutchinson. L’entusiasmo ed il calore del pubblico ha fatto sì che i musicisti si cimentassero in uno poi due bis prima di lasciarci.

Questa sera, sempre alle ore 21:30, ci sarà il secondo appuntamento del Festival Jazz ai piedi del Tempio di Hera. Un quintetto di eccezione per l’occasione: Ellade Bandini alla batteria, Fabio Zeppetella alla chitarra, Massimo Moriconi al basso, Sade Mangiaracina al pianoforte e Alessandro Presti alla tromba.

Ellade Bandini è semplicemente la storia della batteria nella musica leggera italiana e non solo. Nel 1969 con Ares Tavolazzi e Vince Tempera forma i The Pleasure Machine, ed inizia con loro la collaborazione con Francesco Guccini. Collabora inoltre anche con moltissimi altri musicisti italiani: Roberto Vecchioni, Vinicio Capossela, Fabrizio De André, Angelo Branduardi, Mina, Adriano Celentano, ..

Fabio Zeppetella durante la sua attivita’ professionale, a parte le collaborazioni stabili con Tankio Band, il gruppo Area 2, i Noisemakers di Roberto Gatto. Fabio ha suonato con Lee Konitz, Steve Grossman, Enrico Rava, Jimmy Owens, John Clarke, Sal Nastico, Ernst Reijsefer.

Massimo Moriconi, uno dei bassisti che hanno fatto la storia della musica leggera italiana, dagli esordi jazzistici con Romano Mussolini, Armando Trovajoli, Nicola Arigliano, fino alle collaborazioni con artisti del calibro di Mina, Fabio Concato, Fiorella Mannoia, nonché a star internazionali come Lee Konitz, Tal Farlow e perfino ai miti come Jerry Lewis e Liza Minnelli