Dalle oligarchie alla democrazia partecipataL’Istituto Euro Arabo presenta il volume, edito da Sellerio,
Dalle oligarchie alla democrazia partecipata di Piero Di Giorgi. Introduce e coordina Dino Levi. Ne parlano con l’autore Rita Borsellino e Giuseppe Camporeale

Il libro analizza la crisi della politica e della democrazia, soffermandosi sulla necessità di costruire un’esperienza inedita di democrazia dal basso. Oggi le decisioni sulle questioni che riguardano la nostra vita sono prese da qualche centinaio di persone. Soltanto una partecipazione attiva dei cittadini, in ogni luogo, alla vita della propria comunità può salvarci da una catastrofe antropologica e ambientale, garantire i diritti umani fondamentali, operare una nuova sintesi tra persona e comunità, diritti civili e sociali, libertà ed uguaglianza.

Piero Di Giorgi, già docente universitario, si dedica oggi alle attività di psicologo e avvocato. È impegnato come pubblicista e autore di diversi saggi. Tra i suoi scritti ricordiamo: La crisi del ruolo dei genitori, Roma 1996; L’educazione affettiva a scuola, Roma 1997; Persona, globalizzazione e democrazia partecipativa, Milano 2004.

Rita Borsellino, farmacista, è impegnata attivamente nella società civile nel campo dell’educazione alla legalità, giustizia e solidarietà. Già presidente onorario dell’Associazione Libera, fondata da Don Ciotti, ha ricevuto riconoscimenti per il suo impegno nell’antimafia, nel miglioramento del sistema giustizia e nella lotta alla talassemia.

Giuseppe Camporeale, docente, conferenziere e direttore editoriale. Si distingue per i suoi interventi di attento critico dell’arte e di originale saggista. Al vivissimo impegno culturale, ha costantemente affiancato, con intensità non minore, quello civile, sostenendo il valore della partecipazione democratica e i principi inalienabili della dignità umana.

Dino Levi, autore di numerose pubblicazioni scientifiche, già direttore dell’Istituto di ricerca per le risorse marine e dell’ambiente (IRMA del CNR) e già responsabile per Mazara del Vallo dell’Associazione Libera.

Dalle oligarchie alla democrazia partecipata