Una grave crisi economica attraversa la nostra comunità con conseguenze negative che colpiscono in particolare le famiglie a basso reddito , i pensionati, i disoccupati e le numerose ragazze madri, tutti soggetti ormai ai margini della della società castelvetranese e che stanno affrontando momenti molto drammatici.

Tutto ciò impone una profonda riflessione sugli impegni di spesa pubblica e sulla politica espressa da questa Amministrazione

Le ultime delibere della giunta comunale ed in particolare lo stanziamento di ben 8.000 euro per la manifestazione « Natale one ice « o di 16.000 euro per il Carnevale e infine i 35.000 euro per il « corteo storico di Santa Rita e della nobiltà castelvetranese », non sono certamente consoni all’attuale momento di crisi attraversata dalla nostra comunità.


Andrebbe in questo momento messo in atto un piano di sostegno forte e concreto alle famiglie in sofferenza, che vada da un contributo straordinario per il pagamento di bollette luce e gas, a dei bonus affitto, alla riduzione per alcune fasce delle tariffe rifiuti e acqua.

Andrebbe dato sostegno alla nascita di cooperative sociali a cui affidare in prima battuta e con notevole risparmio di costi per le casse comunali, la gestione di servizi e attività di manutenzione dei manufatti pubblici.

Andrebbe costruita una rete alimentare cittadina che raccolga, presso i centri della grande distribuzione e i bar, le eccedenze quotidiane e le trasformi immediatamente in risorse per chi ne ha bisogno, individuando all’interno del patrimonio pubblico e con l’intervento di associazioni di volontariato un luogo in cui ciò possa avvenire.

Tutti interventi che lo spirito del « buon padre di famiglia «, con cui si dovrebbe guidare una pubblica amministrazione , avrebbe da tempo dovuto suggerire al Signor Sindaco a alla Giunta Comunale , ancor più se appartenenti a schieramenti che si ispirano a principi cristiani.

Si invita pertanto la Giunta Comunale a valutare l’opportunità di ridurre il suddetto importo a mero contributo stornandone la maggiore quota ad impinguare il capitolo di spesa destinato al soddisfacimento delle esigenze primarie delle famiglie più disagiate della nostra città ; si confida nella sensibilità dei componenti del consiglio comunale per il sostegno della presente proposta, peraltro suffragata dalle centinaia di adesioni alla petizione popolare in corso.

Si suggerisce nel contempo al Comitato Promotore del Corteo di attivarsi per integrare il minore introito pubblico con il coinvolgimento degli operatori economici e di privati cittadini.


Forum Politico Amministrativo

Italia dei Valori
Rifondazione Comunista
Sinistra Ecologia e Libertà
Socialisti per Castelvetrano