sparatoria palermo centroE’ stata una folle corsa, durata poco meno di 10 minuti, quella del pregiudicato palermitano 31enne che intorno all’una ha creato il panico nel pieno centro, a due passi dal Palazzo di Giustizia.

L’uomo, di cui non sono ancora state rese note le generalita’, avrebbe iniziato la sua folle corsa in via Papireto, inseguito da alcuni uomini a piedi. Quindi, si e’ infilato in un vicolo cieco e quando, a bordo della sua Toyota Yaris si e’ accorto che non c’era una strada d’uscita e’ andato a sbattere contro due moto parcheggiate e un’auto. Poi ha preso un controsenso, fino a raggiungere via Lascaris.

Intanto, un carabiniere, in servizio a bordo di una camionetta con altri colleghi, gli ha piu’ volte intimato di fermarsi e, quando non c’e’ riuscito, ha iniziato a sparare contro le gomme dell’auto. Ma la Yaris non si e’ fermata ancora e ha proseguito, sempre in controsenso. Intanto, nei pressi di piazza Indipendenza, altri due carabinieri, ignari di quanto stava accadendo, hanno tentato di fermarlo sparando ancora in aria.


Dopo qualche minuto la folle corsa dell’uomo e’ terminata nei pressi della Questura. Intanto l’uomo e’ stato nuovamente raggiunto dalle persone che inizialmente lo inseguivano, non appartenenti alle forze dell’ordine. “Ti uccidiamo”, hanno detto. A quel punto, il pregiudicato e’ stato arrestato dai poliziotti e trasferito in Questura dove lo stanno interrogando. E’ sempre bloccata la via Papireto, a causa dei numerosi bossoli a terra. Il traffico e’ paralizzato. Sono decine le auto ferme.
(Ter/Ct/Adnkronos)

Pubblicità
“Al tribunale” si trova in pieno centro di fronte il Palazzo di Giustizia »