Soldi CastelvetranoIl sindaco della città di Castelvetrano, dr. Gianni Pompeo, rende noto che è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n° 13 del 27 marzo u.s., un decreto che riguarda i criteri e le modalità per la concessione e l’erogazione di un contributo per quelle attività commerciali, ubicati nell’ambito dei centri urbani, la cui attività abbia subito danni per effetto della chiusura prolungata del traffico per almeno un mese.

Il contributo straordinario verrà erogato a titolo di indennizzo, nell’ambito della regola del “de minimis”. L’esercizio per il quale si chiede il contributo deve essere ubicato: nella strada chiusa al transito veicolare per almeno un mese per l’esecuzione dei lavori; in strade già pedonalizzate ove l’esecuzione dei lavori per oltre un mese abbia prodotto obbiettivi danni alle imprese, come da attestazione giurata e da dichiarazione sui lavori del comune; per danno subito si intende il calo dei ricavi dovuti esclusivamente alla contrazione della vendita di merci e/o servizi; potranno essere ammessi ai benefici di cui alle presenti direttive, gli imprenditori che abbiano fatto pervenire le relative istanze in carta libera entro 60 giorni dalla riapertura al traffico.

Nella prima fase di applicazione, ai sensi del comma 3 dell’art. 120 della legge regionale 3 maggio 2001, n. 6, verranno prese in considerazione tutte le istanze presentate riferentesi ad eventi dannosi verificatisi successivamente alla data di entrata in vigore della legge regionale 3 maggio 2001, n. 6 nei limiti della disponibilità di bilancio dell’esercizio di riferimento. L’Assessorato regionale determinerà l’ammontare del contributo in misura proporzionale al danno dimostrato e nei limiti della disponibilità di bilancio, e comunque in misura non superiore al 50%. Le domande dovranno essere corredate delle seguenti dichiarazioni: iscrizione al registro imprese;

– entità degli aiuti in de minimis percepiti dall’impresa nell’arco dei tre anni antecedenti decorrenti dal momento del primo aiuto de minimis; e dalla seguente documentazione: attestazione da parte di un commercialista relativa alle entrate dello stesso periodo dell’anno precedente o per le imprese di nuova costituzione di quelle relative al periodo immediatamente precedente alla chiusura del traffico; attestazione da parte del comune ove l’attività ha sede, relativa alla data di inizio della chiusura al traffico della strada, nonché sulla effettiva durata della stessa chiusura.