Il Sindaco della città di Castelvetrano, Dr. Gianni Pompeo, alla presenza del commissario straordinario dell’Istituto Autonomo Case Popolari, dr.ssa Rosanna Conti, ha consegnato all’impresa Pietro Cicero Santalena di Modica, i lavori dei “Contratti di Quartiere” che riqualificheranno il rione Belvedere con un intervento pari ad oltre 6 milioni di euro di finanziamenti pubblici, co-finanziati da Stato, Regione, Comune ed IACP, ed oltre 5 milioni di investimenti dei privati.


da sin Pietro Cicero dell’omonima impresa, l’ing. Filippo Luppino, Raffaele Giobbe, l’ing. Giuseppe Taddeo, il Sindaco Gianni Pompeo, Pietro Savona, Rosanna Conti e Franco Gabellone dello Iacp

L’impresa aggiudicataria ha praticato un ribasso del 25% pari ad euro 3.446.000,00 per riqualificare diversi edifici di edilizia popolare, con un intervento di circa € 2.540.000,00 sarà realizzato altresì un parco urbano, alle spalle dell’ex-stabilimento Imam, con un intervento di circa € 515.000,00 da parte del Comune, che investirà altresì € 100.000,00 per contributi a privati che realizzeranno il rifacimento dei prospetti esterni delle loro abitazioni, ed € 102.000,00 per il co-finanziamento di opere di urbanizzazioni primaria.

Si interverrà con una profonda riqualificazione anche sulla stessa via Campobello, si realizzerà un Centro Polifunzionale, che sorgerà poco prima della Chiesa di Santa Lucia, dove troveranno spazio uffici comunali, un centro sociale, ed una serie di attività di aggregazione, si realizzerà anche una nuova strada di collegamento che correrà in parallelo alla via Campobello. “Non c’è altra via per il risanamento dei rioni popolari se non quella della sinergia tra gli enti pubblici, nel caso specifico di Comune e Iacp- ha dichiarato la dr.ssa Conti- Ma rilevante è anche l’apporto dei privati, professionisti ed imprese.

E’ lungo questa direttrice che si muoverà il contratto di quartiere II Belvedere alla cui consegna dei relativi lavori l’Iacp ha voluto partecipare anche per testimoniare oltre che il proprio coinvolgimento anche la rilevanza dell’intervento progettuale. La restituzione della piena vivibilità ai rioni popolari non è responsabilità di un solo ente e meno che mai del solo Iacp, ciò che metteremo in pratica presso il rione Belvedere di Castelvetrano sarà frutto di un lavoro a più mani che indubbiamente ha visto l’amministrazione comunale in prima fila e di questo va dato atto.

C’è stata, c’è e ci sarà la nostra presenza “specialistica” come Iacp, agli abitanti di Belvedere ci rendiamo conto che le risposte attese arrivano in ritardo ma oggi sono arrivate, bisognerà operare perché la vivibilità che verrà restituita al quartiere venga successivamente salvaguardata, che il degrado non si infiltri più nel rione e che maggiore sia anche la partecipazione responsabile dei cittadini al mantenimento del decoro”.

Le fa eco il sindaco Gianni Pompeo che ha affermato: “ Arriva a compimento un percorso avviato nel lontano 2005 quando mi recai a Roma per firmare il protocollo d’intesa che sanciva la concessione del finanziamento, per far capire quanto tempo occorra per poter realizzare opere pubbliche di tale importanza, restituiremo dignità ad un quartiere spesso bistrattato come quello Belvedere- dice Pompeo- daremo nuovo impulso all’economia incentivando anche gli imprenditori che hanno deciso di credere in questo progetto investendo somme importanti che consentiranno di realizzare un agriturismo ed una zona commerciale”.