ASCOLTA L'ARTICOLO

Dal 24 Settembre al 1 ottobre 2022  l’Istituto Comprensivo “Radice-Pappalardo” ha partecipato ad una mobilità prevista dal progetto “Take 2 collabor…ACTION”, all’interno del Programma Erasmus+ , svoltasi a Danzica, splendida città baltica della Polonia, presso il  Zespol Szkolno Przedsz Kolny Nrz, scuola partner del progetto

In rappresentanza della scuola sono partiti alcuni alunni della classe II sez.I del plesso E. Medi di Scuola Secondaria di I grado e le docenti Patrizia Lombardo e Florianna Calia,  insieme alla Dirigente, Maria Rosa Barone.   

Durante la settimana il team italiano, insieme agli altri partners spagnoli e lettoni, è stato coinvolto in attività di grande interesse, imparando ad utilizzare le tecniche di scrittura creativa teatrale e di animazione digitale, con il contributo di una docente del teatro Wybrzeze di Danzica e dei docenti di tecnologia ed arte della scuola ospite. Ampio spazio è stato dedicato alla conoscenza della cultura e delle leggende polacche, come “The Lady in the window” o dell’ambiente marino del Baltico con la visita alla Marine Station situata sulla penisola di Hel dedita alla ricerca sui mammiferi marini, come foche, leoni marini, pinguini ed alla ripopolazione della specie, dopo decenni di depauperamento dovuto alle malattie, al riscaldamento climatico ed al bracconaggio. Le visite guidate poi hanno permesso ai team in mobilità di godere delle bellezze naturalistiche e storico- architettoniche di una città che è stata per anni punto di riferimento per artisti ed intellettuali di tutto il mondo e che dalla 2^ guerra mondiale è uscita al 90% distrutta; infatti la Danzica di oggi è il frutto della ricostruzione sapiente e fedele alla forma originale per restituire al loro antico splendore non solo i monumenti e le abitazioni, ma anche consentire di riviverne i fasti e le glorie del passato. Passeggiare per il centro di Danzica, come hanno fatto gli studenti, impegnati anche in una sorta di caccia al tesoro, significa tuffarsi nella vita del XVII sec., apprezzando differenze e somiglianze rispetto alle proprie. Un’accoglienza calorosa quella riservata dagli studenti e docenti della scuola polacca per i team stranieri infatti, a dispetto della fama di popolo nordico e di per sé algido, la settimana è stata permeata dal calore umano e dalla voglia di condividere le proprie esperienze didattiche e gli spazi scolastici, come le attività fatte presso la piscina olimpionica e gli impianti sportivi della scuola o nel laboratorio di musica e di tecnologia, dove è stato pure registrato uno spot del progetto che ha quale finalità precipua l’acquisizione di competenze comunicative, espressive e sociali tramite l’utilizzo del linguaggio cinematografico che renderanno gli alunni e gli insegnanti direttamente protagonisti o registi, nella produzione di brevi cortometraggi. I team sono tornati nelle proprie nazioni sicuramente arricchiti da questa esperienza, per il forte senso di comunità tra gli studenti e i docenti appartenenti ai diversi Paesi, per aver messo alla prova se stessi e le proprie capacità linguistiche, visto che unica lingua comune è l’inglese, in un clima gioioso e coinvolgente.

Accoglienza calorosa che il team italiano potrà ricambiare nel mese di Marzo, quando alunni e docenti delle scuole partner saranno a Castelvetrano.

AUTORE.