sciopero netturbini
A seguito degli impegni assunti dal Liquidatore Nicola Lisma, le Organizzazioni sindacali FP – CGIL, FIT – CISL, UIL TRASPORTI e FIADEL hanno deciso di sospendere in extremis lo sciopero già previsto per domani 17 e sabato 18 maggio. Infatti, a breve, la società verserà ai lavoratori il 70% del netto in busta e i relativi contributi, inerenti la mensilità di aprile dei lavoratori dipendenti.

Dopo una estenuante ed intensa trattativa con le OO.SS., – dichiara Nicola Lisma – e a seguito degli impegni assunti dai Sindaci, è prevalso il senso di responsabilità da parte di tutti gli interessati, riuscendo ad evitare così lo sciopero e quindi il blocco del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti negli 11 Comuni dell’ATO TP 2 che sarebbe stato letale per la società”. Continua Lisma – “mi auguro che i Comuni soci riescano a trovare le risorse finanziarie necessarie per arrivare alla cessazione della gestione della società, prevista per il 30 settembre p. v., evitando l’emergenza igienico sanitaria nel territorio e garantendo la serenità dei lavoratori e dei fornitori essenziali.