E’ terminata negli scorsi giorni la campagna scavi che il team dell’Università di Bonn, guidato dal professore Martin Bentz, in collaborazione con l’Istituto Archeologico Germanico di Roma (Deutsches Archäologisches Institut ) e il Parco Archeologico di Selinunte e Cave di Cusa, ha studiato sin dal 2010 attraverso scavi condotti all’interno del parco archeologico nella valle del Gorgo Cottone sul versante orientale di Selinunte.

scavi-selinunte-boon

Il progetto ha indagato le sezioni di un enorme quartiere industriale di produzione di terrecotte e ceramiche greche scoperto da prospezione geofisica. Con 1250 metri quadri di estensione e una lunghezza di 80 metri nella valle del Gorgo Cottone, in prossimità del fiume, sono stati scoperti circa novanta fornaci di forma rettangolare e circolare.

Si tratta della più grande industria del mondo antico ritrovata finora. Le strutture possono essere identificate come la sezione orientale di un esteso laboratorio risalente al VI – V secolo a.C.

scavi-selinunte-fornaci-3

scavi-selinunte-fornaci-2

Prof. Martin Bentz

scavi-selinunte-fornaci-1

scavi-selinunte-fornaci-4