Il Direttivo del Movimento Città Nuova prende atto che lo scioglimento del consiglio comunale è il frutto della incapacità della maggioranza a gestire un problema sorto nel suo seno e che essa avrebbe dovuto affrontare e risolvere per tempo ancor prima che diventasse un caso mediatico nazionale.

Ma al di là di ciò, dopo la ridicola decisione e, come da noi denunciato, impraticabile strada dell’autosospensione, queste dimissioni rappresentano il triste epilogo di una stagione politica basata sulla confusione e sul trasformismo, atteso che l’attuale maggioranza è il risultato di alchimie partitiche e di accordi di vertice che hanno tradito il responso elettorale del 2012.

L’attuale situazione, oltre a impedire il controllo democratico sugli atti della giunta, costituisce per essa una palese delegittimazione politica che dovrebbe indurre anche Sindaco e Assessori a rassegnare le dimissioni e rimettere il mandato nelle mani del popolo sovrano.

In ogni caso, Città Nuova continuerà ad esercitare la massima vigilanza sugli atti gestionali, una vigilanza che appare oggigiorno più necessaria alla luce dei gravi limiti e delle sempre più evidenti inadempienze dell’attuale amministrazione.

Castelvetrano 8 marzo 2016
IL DIRETTIVO DI CITTA’ NUOVA