cane-azzannato-castelvetrano

Lo scorso lunedì, intorno alle 10:30, Crodino, uno yorkoshire di otto anni, è stato aggredito da due cani randagi di grossa taglia. Il cagnolino si trovava, da solo, su un marciapiedi di piazza Regina Margherita, a pochi metri dal negozio di fiori dei proprietari.

Il piccolo yorkshire ha riportato ferite molto gravi ed è sopravvissuto solo per miracolo. L’aggressione ha causato la rottura della colonna vertebrale e di una costola. Se vivrà rimarrà paralizzato, non potrà più utilizzare le zampe posteriori.

Nell’articolo di Margherita Leggio per La Sicilia, si leggono le parole di Giuseppe Titone, 26 anni, figlio dei proprietari di Crodino:

Il problema del randagismo in questa zona (San Giovanni, ndr) così come in altre della città sta diventando sempre più grave. E se invece del mio cane i randagi, che peraltro erano di grossa stazza, avessero aggredito un bambino o anche un adulto che cosa sarebbe accaduto?.

All’amministrazione i residenti della zona chiedono un intervento volto a evitare nuove e più gravi aggressioni e una maggiore vigilanza all’interno della villa comunale Regina Margherita, che sorge di fronte a delle scuole e dove sempre più spesso notano tossicodipendenti, siringhe abbandonate, degrado generale e zecche.

tratto da un articolo di Margherita Leggio per La Sicilia