A Castelvetrano anche quest’anno, come vuole la tradizione, per la Festa di San Giuseppe la confraternita devota al Santo ha allestito presso la Chiesa a lui dedicata “l’artaru”, addobbato con pani di varie forme. L’altare si può visitare da sabato 9 a venerdì 22 marzo dalle ore 09,00 alle ore 13,00 e dalle ore 16,00 alle ore 20,00.

Il 19 marzo, giorno della festa, dopo la processione e la celebrazione della Messa Solenne in Chiesa Madre verranno distribuiti i pani benedetti, vere e proprie opere d’arte realizzati grazie alla grande devozione di uomini e donne laboriosi, allo spirito di fede e ad un grande senso artistico.

I pani, preparati con un impasto di farina, modellati abilmente con le mani e, quindi, intagliati con affilati coltelli secondo forme dal significato simbolico, sono stati sistemati, dopo intense giornate di lavoro, sull’altare secondo uno schema ben preciso in modo che chi osserva l’altare possa ripercorrere le tappe fondamentali della vita di Gesù.

Ulteriori appuntamenti:

Domenica 17 marzo, alle 10.30, presso il salone dell’ex-chiesa di San Leonardo, meglio noto come comando di Polizia Municipale, sito in via Vittorio Emanuele, si terrà l’inaugurazione dell’ altare, curato dalla cooperativa il Sorriso, ed una collettiva fotografica sugli altari di San Giuseppe, curata dall’Unione Italiana Fotoamatori. Saranno presenti il presidente nazionale Uif Nino Bellia, la dr.ssa Arianna Maniscalco che relazionerà sugli aspetti culturali e sulla genesi degli altari, Il Sindaco, Avv. Felice Errante, e gli assessori Francesca Catania ed Angela Giacalone.

Un’altro altare sarà ospitato presso la chiesetta della Madonna di Porto Salvo in via Campobello, uno presso l’abitazione dei signori Curiale e Di Maio nella via Filippo Turati N°42, nel quartiere dei beati Morti, un altare sarà collocato nell’inedito scenario del Collegio di Maria, nel Sistema delle Piazze, ed infine quello storico di piazza Diodoro Siculo,curato dalla confraternita, e collocato all’interno delle rovine della chiesa di San Giuseppe, che l’amministrazione ha recentemente valorizzato con una particolare illuminazione notturna.

La manifestazione si concluderà domenica 24 marzo e sono in fase di definizione alcune iniziative collaterali che saranno rese note nei prossimi giorni, come l’allestimento di una serie di vetrine a sfondo religioso, con i dipinti forniti dall’Associazione Amacus e con oggettistica a tema, all’interno dei negozi di Via Vittorio Emanuele ed una serie di degustazioni dei piatti della tradizione culinaria come la tipica “Pasta a Tianu”.

altrare di san giuseppe