Come promesso, la carovana antiracket, ha fatto tappa ieri a Castelvetrano per lanciare un forte segnale di solidarietà al giovane imprenditore castelvetranese, Vincenzo Italia e per raccogliere adesioni al progetto di sensibilizzazione al consumo critico promosso dalla Federazione Antiracket Italiana.

Nel doppio appuntamento: Liceo Scientifico e Liceo Classico; hanno preso la parola, Renzo Caponetti dell’Ass.Antiracket di Gela, Vincenzo Italia titolare dell’azienda “Terre in Fiore”, Felice Errante sindaco di Castelvetrano, Giuseppe Linares della divisione Anticrimine – Questura di Trapani, Tano Grasso della FAI, Nicola Clemenza, Enrico Colajanni dell’ass. Libero Futuro e Salvatore Inguì di Libera.

Il filo comune che legava gli interventi era uno solo: “Vincenzo non ti lasceremo solo”

Vincenzo è il 21enne di Castelvetrano, titolare della coltivazione di melograni che recentemente è stata oggetto di un gravissimo atto intimidatorio. Nicola Clemenza ha inoltre sottolineato “Addossiamo su di noi un gesto che voleva colpire tutti”

Ecco una parte dell’intervento del Dott. Giuseppe Linares

Clicca qui per entrare nella galleria fotografia dell’evento
linares-grasso-15