Immobile della Via Mannone, demolito a marzo

Immobile della Via Mannone, demolito a marzo

L’eliminazione dei pericoli determinati dalle precarie condizioni degli immobili privati e la salvaguardia della incolumità pubblica sono gli obiettivi che si è posti la Giunta comunale approvando, nei giorni scorsi, un progetto relativo ai lavori per la messa in sicurezza di tali strutture.

Per la realizzazione delle opere l’esecutivo ha previsto una spesa complessiva di 15mila euro. Le singole somme saranno poi addebitate ai proprietari degli edifici. E’ a seguito dell’accertata inottemperanze di ordinanze emesse dal sindaco Felice Errante, che prevedevano la messa in sicurezza di alcuni immobili, che la giunta ha deciso di intervenire affinchè vengano eseguiti lavori ritenuti indispensabili ad evitare che la caduta di calcinacci o altro provochi danno ai passanti.

L’attenzione del Comune è rivolta, in particolare a tre immobili che sorgono uno in via Parini, uno in via Cusmaroli e uno in via Rattazzi e per i quali l’ordinanza relativa alla loro messa in sicurezza era stata rispettivamente emessa lo scorso 29 gennaio, l’11 dicembre 2012 e il 25 ottobre 2012.

I lavori saranno dati in appalto a contratto aperto. L’incarico di redigere il progetto inerente ai lavori in questione il dirigente del III Settore Ufficio tecnico, ing. Giuseppe Taddeo, l’ha affidato all’architetto Leonardo Agoglitta e al geometra Matteo Catanzaro. Il primo è stato individuato anche come responsabile unico del procedimento e direttore dei lavori, incarico quest’ultimo che condivide con Catanzaro. Redatto, pertanto, il progetto esecutivo per la messa in sicurezza di alcuni degli immobili privati e allo stato pericolosi e deliberata, da parte dell’esecutivo, la sua approvazione potrà essere affidato anche l’appalto.

Margherita Leggio
per La Sicilia