Catastrofi naturali, incidenti, lutti, violenze fisiche, abusi sessuali sono esempi di eventi traumatici che mettono a dura prova le persone e la loro capacità di reagire, soprattutto quando ad essere a rischio è l’incolumità fisica della vittima.

Ma perché, di fronte a un evento oggettivamente stressante, alcuni sviluppano una sindrome post-traumatica e altri no? Da cosa dipende l’eventuale “vulnerabilità”?

Il volume raccoglie riflessioni teoriche e dati di ricerca sul disturbo post-traumatico da stress secondo un approccio evolutivo-relazionale.

NOTE: il testo è disponibile anche su Amazon

giuseppe craparo

Note sull’autore

Giuseppe Craparo (Castelvetrano, 1972) è dottore di ricerca in psicologia, psicologo, psicoanalista e docente presso l’Università Kore di Enna.

Membro ordinario dell’Associazione Italiana di Psicologia (AIP) e dell’American Psychological Association (APA). Volumi pubblicati: Caretti V., Craparo G. (2008), Trauma e psicopatologia, Astrolabio, Roma; Caretti V., Craparo G., Schimmenti A. (2013), Memorie traumatiche e mentalizzazione, Astrolabio, Roma.