Cinque milioni di euro a valere sul Fondo europeo di sviluppo regionale. Ammonta a questa cifra il finanziamento che servirà per la riqualificazione dell’ex hotel Zeus di Castelvetrano, confiscato a Giuseppe Grigoli e passato al patrimonio indisponibile del Comune. La progettazione per nuovi modelli abitativi è stata predisposta grazie alla collaborazione tra Comune e Iacp di Trapani. «Sarà una tappa di potenziamento del patrimonio pubblico esistente e di recupero di alloggi comunali che va a aggiungersi al progetto analogo di via Omero, finanziato mediante i fondi comunitari previsti da Agenda Urbana», spiega l’assessore comunale Maurizio Oddo.

L’immobile sarà recuperato e valorizzato nell’ottica delle nuove politiche urbane, visto anche il contesto dove è inserito. «Riconoscere questo legame significa considerare lo spazio non solo come una dimensione fisica ma anche come elemento attivo, portatore di nuove risorse», spiega l’assessore. L’Amministrazione comunale, secondo quanto riferisce l’assessore Oddo, è pronta per avviare le fasi del nuovo Piano regolatore generale, proprio a partire dal recupero e da una corretta rivalorizzazione del centro storico.

Si pensa alla progettualità utilizzando alcuni beni esistenti, inserendo servizi sociali comunitari, «nella riaffermazione evidente dei valori essenziali della legalità», dice Oddo. «L’obiettivo è migliorare la qualità urbana complessiva, rilanciando un rinnovato modello di politiche per la casa», ha concluso Oddo.