Dopo le dimissioni dell’assessore Chiara Modica Donà Dalle Rose, il vice sindaco Biagio Virzí (che il giorno delle dimissioni abbiamo cercato al telefono senza successo) ha inviato alla nostra redazione una nota che qui pubblichiamo.

Talune precisazioni s’impongono a seguito dell’articolo a firma del Direttore di CastelvetranoSelinunte.it, con il quale il prefato, dopo avere dato eco alla notizia delle dimissioni dall’Ufficio Assessoriale dell’avvocato Chiara Modica Dona’ Dalle Rose, s’interrogava sulle conseguenze politiche derivanti da tale evento, avuto riguardo, in particolare, alla posizione dello scrivente negli equilibri del governo comunale.

Onde dissipare qualsivoglia sterile dubbio, rispondo subito chiarendo, ove ve ne fosse il bisogno essendo la risposta assolutamente pleonastica, che la mia azione politica pentastellata, in seno tanto alla maggioranza consiliare quanto nell’esecutivo della città di Selinunte-Castelvetrano, non potrà che essere orientata a un assoluto e granitico sostegno a favore del Sindaco Alfano.

In altri termini, le predette dimissioni dell’avv. Modica Dona Dalle Rose, in alcun modo influiranno sulle sorti degli equilibri politici dell’amministrazione civica, non provocando nessun turbamento e nessuna perturbazione nel movimento pentastellato locale, atteso che come più volte ribadito dell’avv. Modica Dalle Rose la stessa ha ricoperto il ruolo di assessore tecnico dichiaratamente non pentastellato.

La città, con il Sindaco Enzo Alfano, invero, ha intrapreso un percorso di cambiamento, tipicamente pentastellato, che risulta assolutamente immune ad eventi di tal fatta.

Abbiamo creato una squadra solida e unita, chiamata a realizzare un vero e proprio patto per diventare finalmente artefici del nostro destino; e, come si conviene a un buon padre di famiglia, abbiamo eliminato gli sprechi rinvenuti, migliorato le efficienze, grazie anche al lavoro totalizzante e senza risparmio di energie, da parte di tutti noi assessori incaricati nei singoli rami dell’amministrazione.

Abbiamo raccolto ogni nostra energia per non farci sopraffare dal peso dei tanti milioni di debito del passato, e parlato il linguaggio della verità, senza mettere la polvere sotto il tappeto.

Pertanto, non giova alla città fomentare scenari inesistenti. L’abbondono in corsa dalla nave da parte dell’avvocato Chiara Modica Donà Dalle Rose non impedirà di proseguire con vigore la rotta tracciata dall’Amministrazione Alfano.

Biagio VIrzì