Apprendiamo dagli organi di stampa, con grande soddisfazione, che in data odierna i Consiglieri di Area popolare ed altri hanno accolto il nostro invito a dimettersi insieme a noi con grande senso di responsabilità, superando l’improponibile auto sospensione “a tempo determinato” dichiarata appena 5 giorni fa nella vana speranza che qualcosa, accadesse.

Noi amiamo la logica dei fatti piuttosto che della parole e siamo stati dunque conseguenziali e coerenti nel presentare le dimissioni, nelle mani del Presidente del Consiglio sabato mattina e protocollate oggi, alla riapertura dell’Ufficio protocollo, quale gesto di responsabilità.

Bene, il Consiglio comunale ha dato testimonianza concreta di alto senso civico.
Attendiamo adesso le decisioni del Sindaco, vero responsabile di quel che accaduto.
Le auspicate dimissioni, consentirebbero, ai sensi di Legge (Art. 11 della L.R. 25/2000 (modificato dall’art. 2, comma 2,) di andare a votare nel brevissimo periodo, senza danni per la Città, ridando ai Cittadini gli strumenti della piena democrazia e, quel che più conta, la sovranità che spetta loro.
Castelvetrano Avvenire