Domenica 14 ottobre, insieme ai nostri genitori, noi piccoli alunni di 4^ e 5^A del plesso Lombardo Radice dell’I.C. Lombardo Radice – Pappalardo siamo stati i veri protagonisti dell’ormai tradizionale “Giornata F@Mu”- Famiglie al Museo.

Anche quest’anno, in occasione della manifestazione organizzata con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Museo Civico di Castelvetrano è stato aperto a tutti i bambini e alle famiglie e gli operatori sono stati felici di accogliere i piccoli ospiti, accompagnati dalla nostra insegnante Gianvita Ferrantello, che afferma “Non c’è momento migliore che quest’anno speciale dedicato al patrimonio culturale europeo per accostare i bambini, le future generazioni, alle ricchezze del nostro Paese. Un’occasione imperdibile questa, soprattutto per stimolare le famiglie, rendendole pienamente consapevoli dell’unicità e della bellezza del nostro patrimonio storico ed archeologico, spingendole (perché no?) ad inserire anche i musei fra i luoghi frequentati durante il tempo libero.”

“PICCOLO MA PREZIOSO”, è stato il tema di quest’anno, inteso non solo in riferimento ad un Museo, ma soprattutto a noi bambini, piccoli e preziosi cittadini, fruitori del DIRITTO alla cultura.
“Abbiamo piacevolmente trascorso qualche ora in cui tutta la famiglia si è ritrovata assieme al Museo, per godere dell’arte di altri tempi, per scoprire le meraviglie del territorio, per imparare in modo giocoso e per crescere confrontandosi con gli altri…” questo il pensiero della signora Giusy Angileri, mamma di un bambino delle classi partecipanti.
E dopo la visita…il momento della creatività!

Nello spazio ricreativo dell’atelier, infatti, il personale del Museo, dopo aver fornito tutto l’occorrente, ha invitato noi bambini ad esprimerci utilizzando tempere, pastelli e quant’altro… Così come piccoli “artisti” abbiamo liberato il nostro estro creativo, disegnando sui fogli bianchi i reperti che avevamo ammirato durante la visita al Museo, imprimendo così definitivamente il ricordo di essi nella memoria. Foto ricordo e visi felici hanno concluso la mattinata, nella speranza che eventi a tema di questo tipo possano diventare una piacevole consuetudine per la nostra comunità.