Si sa che la mobilità pubblica italiana non è una delle migliori, a parte qualche caso isolato, la maggior parte di noi paga un servizio che spesso e volentieri pecca in qualità e puntualità. Da questa problematica (che non riguarda solo la nostra Nazione) sono stati prodotti diversi modelli di business come ad esempio il car-sharing e il car-pooling.

Nel caso del carpooling spicca una realtà in particolare: BlaBlaCar.

Blablacar è una società francese nata nel 2004 la quale opera in 22 Paesi con circa 60 milioni di utenti attivi (Italia compresa).

Ma vediamo nel dettaglio cos’è e come funziona e come mai il suo modello è così geniale a tal punto da diventare una alternativa valida ai classici mezzi di trasporto quali autobus e treni.

Cos’è BlaBlaCar?

 Come prima cosa bisogna specificare che si tratta di un servizio online, utilizzabile mediante sito web BlaBlaCar e mediante applicazione smartphone (disponibile in tutti gli store).

Non è un servizio che richiede un abbonamento e/o un pagamento mensile, la registrazione, dunque, è completamente gratuita.

BlaBlaCar permette ai cittadini di poter raggiungere altre città (o altri luoghi di interesse) senza l’utilizzo di mezzi pubblici, ma bensì sfruttando la disponibilità dei movimenti (in auto) delle persone stesse che, per un motivo o per un altro, effettuano delle tratte in maniera abitudinaria (i cosiddetti pendolari) o in maniera saltuaria.

Facciamo un esempio per spiegare meglio questo concetto:

Ipotizziamo queste due persone che eseguono entrambi la tratta Palermo – Castelvetrano

  • Luca di Castelvetrano (conducente)
  • Mario di Santa Ninfa (passeggero)

 Da una parte abbiamo Luca che deve tornare da Palermo ogni Venerdì, il quale invece di prendere treno o autobus, usa la sua auto e spende circa tra i 5,00 € / 10,00 € di carburante impiegando 1 ora di tragitto.

Dall’altra abbiamo Mario che deve tornare, anche lui da Palermo di Venerdì ma non ha un’auto e spende:
Autobus: Biglietto = 8,40 € – Tempo= 1 ora 45 minuti;
Oppure
Treno: Biglietto = 9,10 € – Tempo= 3 ore + 1 cambio

Se Mario dovesse usare il servizio BlaBlaCar, che consiglia al conducente per questa tratta una tariffa di 5,00 € per passeggero, egli risparmierebbe:

Autobus: Risparmio sul Prezzo = 3,40 € – Risparmio sul Tempo = 45 minuti.

Oppure

Treno: Risparmio sul Prezzo = 4,10 € – Risparmio sul Tempo = 2 ore.

Per i passeggeri che usano BlaBlaCar l’azienda fornisce un “Pass Settimanale” o “Abbonamento Mensile”, tali tariffe sono valide per i viaggi pubblicati dalla piattaforma italiana:

  • Il Pass ha un costo di 3.99 € e ha una validità di 7 giorni;
  • L’abbonamento mensile ha un costo di 5.99 €, con rinnovo automatico ogni mese.

Chi è in possesso di un “Pass Settimanale” o “Abbonamento Mensile” può prenotare viaggi nazionali e transfrontalieri da e per l’Italia.

È previsto invece il pagamento delle commissioni sui singoli viaggi per la prenotazione di passaggi i cui punti di partenza e di arrivo si trovano in questi Paesi: Francia, Spagna, Portogallo, Regno Unito, Belgio e Paesi Bassi.

Consideriamo inoltre che, usando mezzi come treno e autobus, Mario arriverebbe alla S.F. C/vetrano o Rifornimento fuori S. Ninfa, dovendo compiere un ulteriore viaggio verso la città’ di Santa Ninfa verso la quale i mezzi risultano scarsi.

Anche qui troviamo un vantaggio visto che Luca accompagnerà Mario a Santa Ninfa, facilitando lo spostamento di quest’ultimo.

Dato l’esempio, BlaBlaCar mette a disposizione un servizio tale per cui Luca si rende disponibile per l’ipotetico giorno “x” (in questo caso Venerdì) all’interno della piattaforma, Mario vede la disponibilità di Luca, verifica le sue referenze grazie ad un sistema di recensioni, e chiede un passaggio a Luca.

Mario dividerà le spese di viaggio con Luca che vengono calcolate da BlaBlaCar tenendo considerata la tratta che deve eseguire Mario stesso, la transazione avverrà all’interno della piattaforma in maniera automatica dopo che il passaggio è stato effettuato.

In questo modo Luca risparmia sui costi di viaggio, Mario risparmia sia in costi che in tempistiche ed entrambi potranno godere di una nuova conoscenza.

3 cose di BlaBlaCar che ti conquisteranno

  • Assicurazione AXA, per gli utilizzatori di BlaBlaCar c’è una copertura durante tutto il tragitto che comprende Assistenza Stradale, Tutela Legale e Oggetti smarriti. Maggiori dettagli QUI;
  • Community (attiva 7g /7g e 24h/24h) di BlaBlaCar si occupa di verificare tutti i Profili registrati all’interno della piattaforma e di validare ogni feedback rilasciato;
  • Scelta: le strade vanno dappertutto, quindi anche gli utenti di BlaBlaCar, ed è un vantaggio rispetto ai mezzi di trasporto classici.

Ma chi mi assicura che Luca (o Mario) sia una persona onesta?

 BlaBlaCar ha pensato anche alla sicurezza, ovviamente, sennò non sarebbe diventata l’ azienda internazionale che è oggi.

Per potersi proporre come utenti che offrono passaggi la piattaforma richiede dei documenti di riconoscimento che vengono poi esaminati ed in seguito approvati qualora non vengano riscontrate particolari anomalie.

Dunque coloro che offrono i passaggi sono al 100% persone con reale patente di guida.

Inoltre al termine di ogni passaggio l’utente riceve sulla propria applicazione l’invito a rilasciare un feedback (la recensione) riguardante il passeggero (nel caso di Luca) e riguardante il conducente (nel caso di Mario), dunque bisogna sempre guardare le recensioni della persona che sta offrendo il passaggio o le recensioni della persona che si intende ospitare durante il viaggio.

Come abbiamo già detto BlaBlaCar possiede una community molto ampia (60 milioni di utenti) che può confermare o meno determinati feedback degli utenti.

E’ un sistema funzionale, molto semplice, che permette alle persone di viaggiare in maniera comoda e di accordarsi con elasticità riguardo un tragitto di media/lunga durata, ottimizzando tempi e costi.

Molti si chiederanno quanto sia affidabile viaggiare con degli sconosciuti e per questo vi consigliamo sempre di fare le dovute ricerche e cogliere i possibili campanelli d’allarme.

Come evitare dunque di ritrovarsi in macchina con persone poco affidabili?

 

  • Controllare se la persona ha una foto profilo;

 

  • Controllare il suo profilo Facebook (durante l’iscrizione è possibile collegare il proprio profilo facebook, molti utenti lo fanno per comodità);

 

  • Controllare i feedback dell’utente;

 

  • Controllare se ha un numero di cellulare e se all’interno del profilo risulta verificato (molti utenti lo indicano per facilitare le comunicazioni);

 

Clicca QUI per visionare le storie ed esperienze raccontate dagli utenti di BlaBlaCar.

Ma BlaBlaCar cosa ci guadagna?

 BlaBlaCar ha una commissione in quelli che sono i costi del passeggero e nessun costo riguardo quelli che sono i guadagni del conducente; ad ogni modo i costi dei tragitti sono pur sempre più ridotti rispetto ai costi dei servizi pubblici, in termini di prezzo e durata del tragitto.

In conclusione, se siete pendolari con auto fatevi avanti e non siate timidi, potrete trasformare una azione diventata ormai di routine in qualcosa di più piacevole, se invece non possedete un’ auto e fate settimanalmente tratte come C/vetranoPalermo, C/vetranoTrapani, ecc. potete sperimentare questo “nuovo” modo di viaggiare.

Io (Francesco), come altre 60 milioni di persone, ho utilizzato BlaBlaCar innumerevoli volte e mi sono sempre trovato bene, mi ha fatto sempre risparmiare, in termini economici, e spesso mi ha evitato ritardi che invece i treni o autobus mi imponevano, è un sistema che funziona in quasi tutta la penisola, direi che è giunto il momento di utilizzarlo anche in Sicilia.

Per facilitare l’approccio al concetto portato da BlaBlaCar abbiamo deciso di creare un gruppo su Facebook – BlaBlaCar Sicilia – dove gli utenti che usano BlaBlaCar possono condividere i propri itinerari saltuari o abitudinari creando un network sempre più grande che possa avvantaggiare tutti.