Essepiauto

Si è svolto ieri a Bagno a Ripoli, alle porte di Firenze, il 27° Vertice Antimafia “Idee, parole ed azioni antimafia” organizzato dalla Fondazione Caponnetto. Durante la manifestazione sono stati assegnati i premi OMCOM (Osservatorio Mediterraneo sulla Criminalità Organizzata e le Mafie), alla memoria al Maresciallo Giuliano Guazzelli, ucciso dalla mafia il 4 Aprile 1992. Un prestigioso riconoscimenti a chi si è distinto nella lotta contro la Mafia.

Tre castelvetranesi sono stati premiati per lo scrupolo, la dedizione e l’attenzione alle indagini condotte, che hanno portato all’arresto di numerosi mafiosi, affermando il principio fondamentale che “la Legalità è Sviluppo” I loro nominativi sono Graffeo Iannone Gaspare (per la Polizia di Stato), Salvatore Pizzo (per la Guardia di Finanza) e Luca Tofanicchio (per l’Arma dei Carabinieri). Segue l’elenco di tutti i premiati…

Per la Polizia di Stato:
– Vice Commissario Gaspare Graffeo Iannone
– Sovrintendente Capo Filippo Conticello
Per la Guardia di Finanza:
– Luogotenente Carichi Speciali Salvatore Pizzo
Per l’Arma dei Carabinieri
– Maresciallo Maggiore  Luca Bencivegna
– Maresciallo Maggiore Luca Tofanicchio
– Maresciallo Capo Giuseppe Tranchida

L’idea del vertice partì 20 anni fa con Caponnetto in vita. “Quest’anno la lotta alla mafia è ai minimi da 30 anni – ha detto Salvatore Calleri, presidente della fondazione – Vengono messi in discussioni impianti fondamentali nel contrasto alla mafia. Il vertice serve pure a dire di no e bloccare i pro mafia esistenti nel nostro paese”.

 

Salvatore Calleri Presidente Fondazione Caponnetto
Pasquale Calamia referente per la provincia di Trapani