Nocellara Del BeliceDal monitoraggio effettuato dai tecnici dell’Assessorato Agricoltura e Foreste in oliveti ubicati nelle diverse contrade del territorio di Castelvetrano e Campobello di Mazara è emersa una infestazione di tignola degli ulivi di Nocellara del Belice che va dal 20% al 70% d’infestazione attiva (uova e larvettine).

Pertanto si autorizzano le aziende olivicole che aderiscono al Reg. CE 1257/99 Azione F1a (Metodi di produzione integrata) e reg. Ce 1698/05 Azione 214/1A a potere effettuare un trattamento contro la tignola dell’olivo, utilizzando uno dei seguenti principi attivi previsti nel disciplinare tecnico (Circolare n. 4 del 20 marzo 2008) Dimetoato (40 grammi di p.a./hl) o Fosmet alle dosi riportata in etichetta.

Gli oliveti sottoposti a tale misura e ricadenti nel territorio del comune di Castelvetrano e Campobello di Mazara SONO AUTORIZZATI ad effettuare il trattamento straordinario contro la tignola dell’olivo a partire dal giorno 15 Giugno 2009.
Si consiglia di intervenire quando il 70-80% di olive presenti nell’oliveto ha raggiunto una grossezza superiore a 7 mm di diametro, in tale momento si ha il massimo di deposizione dell’insetto.

Si ricorda che eseguito l’intervento fitosanitario, lo stesso deve essere annotato nell’apposito registro dei trattamenti citando gli estremi dell’autorizzazione (protocollo e data della presente nota).

Nocellara Del Belice

Nocellara Del Belice - Tignola