Sabato 14 gennaio alle ore 19,30 al Pala Cardella di Erice (vicino la stazione a valle della funivia per la Vetta) si disputerà la prima partita del campionato di serie B di basket in carrozzina che interessa tutto il Sud Italia.

Per la prima in campo debutterà la squadra portacolori del Trapanese, la “Inail Dinamic Center Trapani” (presidente Andrea Lo Conte) che si sfiderà con la “H Bari 2003” di Bari. La squadra quest’anno s’è formata grazie all’impegno di alcuni dei componenti di quella “storica” che lo scorso anno debuttò come unica in Sicilia, col sostegno della direzione regionale dell’Inail. Quest’anno l’istituto nazionale assistenza degli infortuni sul lavoro ha rinnovato il patrocinio.


In foto: Tullio Faiella, Andrea Pifferi, Francesco D’Anna, Nicola Fontana, Giuseppe Caponetto (allenatore), Francesco Basiricò, Fausto Firreri

E per il debutto in campo la squadra sarà al gran completo con Nicola Fontana, Francesco Basiricò, Andrea Pifferi, Tullio Faiella, Francesco D’Anna, Fausto Firreri, Giovanni Vincenzini, Gianluca Lanfranca e Giuseppe Viola. Tutti i componenti provengono dalle province di Trapani, Palermo ed Agrigento, ognuno con una loro storia.

Pifferi, ad esempio, è un ragazzo del Nord Italia che s’è trasferito a vivere a Sciacca e, saputo degli allenamenti, si è aggregato con entusiasmo alla squadra.

Giuseppe Viola, invece, proviene da Partinico ed è uno sportivo “navigato”. Nonostante sia amputato ad una gamba, oltre il basket in carrozzina, pratica il windsurf e le escursioni in mointbike.

Anche Fausto Firreri (è di Campobello di Mazara) è amputato alla gamba sinistra e pratica il nuoto (è istruttore di secondo livello) e l’apnea (è l’unico istruttore disabile in Italia dell’”Apnea Accademy” di Umberto Pellizzari).

Con un passato da sportivo è anche Francesco Basiricò, che ha giocato da normodotato in diverse squadre di basket. La squadra anche quest’anno è tornata ad allenarsi a Trapani, Erice, Castelvetrano ed Alcamo, grazie alla disponibilità degli impianti sportivi concessi dalle amministrazioni comunali.

E la formula di successo, anche quest’anno, è quella degli allenamenti a “porte aperte”: «perché – spiega Fausto Firreri – le barriere si superano anche così. I normodotati possono così capire cosa riusciamo a fare anche senza una gamba e i nostri amici disabili della provincia possono rendersi conto che “vincere” si può, facendo centro. Con lo sport e con la voglia di vivere». Il primo appuntamento per sostenere la squadra è sugli spalti del Pala Cardella, sabato alle ore 19,30. L’ingresso è libero.

Contatti:

Francesco Basiricò, 347.6884215
Fausto Firreri, 335.6512267