Bellissima l’idea di Valerio Massimo Manfredi di ricostruire a Selinunte, nell’area archeologica, il Tempio di Giove.

Ed è un bene che Raffaele Lombardo, governatore della Regione siciliana, abbia sposato questa pensata perché riportare in vita le vestigia è un atto di devozione così come nella Germania stuprata, dalle macerie poterono risorgere Dresda e le altre città bombardate, ricostruite nei minimi dettagli, come l’Hotel Adlon a Berlino, presso la Porta di Brandenburg.

Duemila anni di cristianesimo hanno avuto lo stesso effetto di un bombardamento anglo-americano. Giustissimo dunque che ritorni ad ergersi il tempio al padre degli Dèi, l’unico accorgimento che ci permettiamo di suggerire, giusto per evitare l’effetto Disneyland, è questo: che venga risvegliato al culto. Gli Dèi, infatti, prima o poi fanno ritorno.

di Pietrangelo Buttafuoco
per Foglio Quotidiano